Utente 181XXX
Salve,
sono un ragazzo di 22anni e ieri ho ricevuto del sesso orale.
Già da ieri sera il lembo di pelle terminale (quello che ricopre il glande) è gonfiato creando delle vere e proprio vescicole/cuscinetti (simili a quelle che spuntano quando ti ustioni o quando indossi delle scarpe scomode) piene di liquido.
Bisogna sottolineare che il partner è stato piuttosto violento in quella procedura lì,non vorrei dunque che sia dipeso da questo!

Sono molto preoccupato anche perché questo rigonfiamento non mi permette di coprire il glande, creandomi parecchio fastidio. E sarei maggiormente preoccupato se avessi preso qualcosa di più grave (anche se ignorante in materia, mi sembra strano però che i sintomi di qualche virus si verifichino dopo neanche un ora dal rapporto).

Chiedo vostri pareri,
grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

i dati che riporta non possono essere sufficienti per pensare che sia Herpes, per esempio (ma con troppa breve incubazione) o altro. Infatti, solo visitandola è possibile valutare se invece tutto può dipendere dagli effetti "traumatici" del rapporto che ha avuto, con il conseguente edema dei tessuti.

le consiglio di fare subito una visita presso un medico (anche il suo medico di base) che le può dare le giuste direttive. da questa postazione non posso consigliarle altro.

cordialità
[#2] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
capisco...ma nel caso in cui si trattasse di edema, quanto tempo durerebbe?e cosa si potrebbe fare per alleviare il dolore?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Vista la sua situazione acuta , se l'edema non le permette di coprire il glande, potrebbe anche essere indicata una valutazione medica in urgenza.

Appena possibile e se possibile comunque senta in diretta il suo medico di fiducia.
[#4] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
purtroppo non ho la possibilità di consultare un medico di fiducia.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se l'edema ancora persiste, non le permette ancora di coprire il glande e non ha un medico di fiducia da consultare in diretta allora è bene rivolgersi ad un pronto soccorso.
[#6] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
ma lei pensa che sia così grave?non posso aspettare?a che rischi vado incontro??
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Senza la possibiltà di fare una valutazione clinica diretta non possiamo dirle nulla di preciso.

Potrebbe essere anche un banale edema prepuziale (e molte suggestioni che lei ci invia fanno pensare a questa ipotesi) oppure una parafimosi con strozzamento del glande che richiede una immediata liberazione di quest'ultimo ma, visto che non riferisce dolori od altro, è questa un'ipotesi un pò remota ma non da escludere a priori.
[#8] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
no dolori non ne ho...se nn quelli dati, in determinate posizioni, dallo sfregamento del pene con gli indumenti.
La mia preoccupazione è puramente "estetica"..vista la "ciambella" che si è formata attorno al glande!
nel caso in cui si parlasse di edema prepuziale,che durata avrebbe questo?
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Dipende sempre dalla causa reale e vera che ha scatenato il problema e questa purtroppo può essere compresa solo dopo una attenta valutazione clinica reale in diretta.
[#10] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
ma sarebbero opportune medicazioni di qualche tipo?oppure bisognerebbe solamente aspettare??
perdoni la mia cocciutaggine...
[#11] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
ma sarebbero opportune medicazioni di qualche tipo?oppure bisognerebbe solamente aspettare??
perdoni la mia cocciutaggine...
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Queste indicazioni mirate purtroppo solo il suo andrologo, quando lo conoscerà, gliele potrà eventualmente dare in diretta.
[#13] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Alla fine sono stato al pronto soccorso...tramite una manovra mi hanno liberato il glande che si era praticamente strozzato per via della "ciambella" e che non permetteva al liquido di drenare. Adesso praticamente mi ritrovo il "bozzo" pieno di liquido fuori e quest'ultimo si riassorbirà nel giro di due-tre giorni!
(tra l'altro mi è stato detto di stare molto attento a fare in modo che il glande non si riscopra per nessun motivo).
effettivamente ho fatto male a non andare prima al pronto soccorso!

Ho inserito questo post a dover di cronaca.
Cordiali saluti.
[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, la ringraziamo per l'aggiornamento.

questa sue ultime informazioni potrebbero risultare utili anche ad altri nostri utenti perché queste situazioni cliniche, apparentemente non complesse, in realtà possono creare problemi, come la parafimosi, con conseguente strozzamento del glande, cioè la punta del pene, e quindi non sono da sottovalutare.

Ancora un cordiale saluto.