Utente 180XXX
buona sera.
gent. dottori mia moglie e affetta di ameloblastoma da 33 anni il primo intervento l' havuto a 23 anni oggi ne a 56.
nel corso degl'anni ha avuto circa 12-13 interventi a tal punto che a perduto un occhio.
ecco la domanda.
a giugno scorso mentre stavano preparandola per l'ennesimo intervento sono emrse delle metastesi ai polmoni e quindi non hanno più operato,poi hanno detto di rifare un'altro controllo a distanza di 3 mesi ad ambe due le parti, a questo controllo no'emerso nessuna novità tutto come prima.
poi vogliono fare un'altro controllo a febbraio 2012 ed in caso di qualche spostamento della malattia, stanno pensado di dare della chemio a compresse.
vorrei un vostro gentile parere su questa storia. cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
ha già ricevuto più risposte in merito a questa situazione clinica, anche dallo scrivente.
Le confermo che è impossibile rispondere adeguatamente senza conoscere il caso specifico, e di porre i Suoi quesiti ai sanitari che conoscono bene la situazione.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Gentile utente l'ameloblastoma è un tumore odontogeno che nella quasi totalità dei casi manifesta solo una malignità locale (distrugge l'osso nel quale si sviluppa) e tendenza alla recidiva come purtoppo ha avuto modo di constatare sua moglie nel corso degli anni.
La variante maligna di ameloblastoma (da distinguere dal carcinoma ameloblastico che è altra cosa) è riportata in letteratura seppure molto rara, è caratterizzata da un reperto istologico di ameloblastoma (quindi tumore benigno seppur aggressivo localmente) ma presenza di metastasi a distanza.
Per la terapia dovrà far riferimento a centri di chirurgia maxillo facciale che magari abbiano già esperienza nel trattamento della patologia.
Cordiali saluti