Utente 536XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 20 anni che si può dire abbia "cambiato vita" da poco, ovvero da ormai 6 mesi sono diventato studente-lavoratore, da circa 3 mesi ho una morosa e 4 sere a settimana alleno una squadra di pallavolo.

Premetto che ho avuto solo 3 rapporti in vita mia, e non tanto soddisfacenti; ovvero in passato avevo ottime erezioni (anche solo per le masturbazioni), però quando è giunto il momento "fatidico" non ho reso al massimo, ovvero non ho avuto una perfetta erezione. Sono molto ansioso, e la mia ragazza ha gia avuto rapporti, ma ha comunque cercato di tranquillizarmi.

Volevo anche precisare che da quando lavoro ho perso circa 8 kg, e il mio lavoro credo provochi molto stress (sono un bancario).

Giunti a questo punto, sarei curioso di sapere se la stanchezza fisica, magari poche ore di sonno alcune volte e il cambio repentino di stile di vita, oltre alla mia dose di ansia personale, possano influire cosi marcatamente sul lato sessuale della mia vita.

Consapevole del fatto che probabilmente mi sono gia risposto da solo, vi ringrazio anticipatamente per eventuali risposte!.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Si, credo anch'io che lei abbia intuito quale è il motivo più probabile della situazione che ci descrive.
L'impressione (e non si puo' andare oltre in ambiente telematico!) è che il ruolo negativo critico sia giocato dallo stato ansioso che ha nell'ambito dell'incontro sessuale con la sua ragazza. Può non essere estraneo il fatto che per lei si tratti della prima partner mentre così non è per la sua ragazza.
Altri fattori (stress lavorativo, ecc) erano presenti anche prima della sua relazione, ma ci riferisce di aver avuto ottime erezioni con la masturbazione.

In questi casi spesso mettendo a fuoco il motivo della difficoltà e dandosi un pò di tempo il tutto viene superato spontaneamente. Se così non fosse le consiglierei una valutazione andrologica.

Cordialmente,

Dott. Edoardo Pescatori
www.andrologiapescatori.it
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Concordo con l'analisi del Dr. Pescatori consigliando,altresì,un consulto con uno psicosessuologo qualora il problema dovesse persistere.Cordialità.
[#3] dopo  
Utente 536XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille per le risposte, tra le cause è possibile rintracciare eventualmente un cambiamento delle abitudini alimentari?..mi chiedo questo perchè mi è venuto in mente che in questi ultimi 3 mesi prendo circa 3 caffè al giorno, a colazione, a metà mattina e a pranzo; mentre prima neanche uno.

Vorrei precisare che l'ultima volta (ovvero la seconda per me), non sono partito con un erezione normale, cioè, era molto più debole, poi però una volta "dentro" è tornato ai soliti regimi. E anche la mia ragazza mi ha chiesto se ero un po teso all'inizio...

Vorrei precisare che fino a maggio svolgevo una vita da universitario e basta, ovvero avevo molto tempo libero ed ero più riposato.

Perdonatemi la mia ignoranza in materia ma seguo un altro ramo, porgo anche le scuse per mancanza di gergo tecnico, ma mi sto facendo una cultura solo ora.

Grazie infinite a tutti.


Filippo

[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Filippo,invece di navigare "di fantasia",consulti un andrologo (Piacenza né é fornita...).Cordialità