Utente 229XXX
Caro dottore mio marito non ha mai fatto una visita andrologica, ma dopo più di un anno di tentativi abbiamo deciso di verificare la nostra sterilità.
io ho concluso tutti i miei esami di primo livello mentre mio marito al secondo spermiogramma gli esiti sono stati i seguenti (non molto diversi dal primo):
volumne 4.50
aspetto normale
liquefazione reolare
viscosità normale
colore grigio
ph 7.60

motilità alla 1 ora
progressione rapida 5
progressione lenta 5
motilità non progressiva 32

alla 2 ora:

progressione rapida 5
progressione lenta 5
motilità non progressiva 30

concentrazione 65.00
spermatozoi tot 292.50
cellule di sfaldamento rare
emazie assenti
spermioagglutinazioni assenti
detriti cellulari assenti
mar test negativo
swelling test 58

morfologia:
colorazione diff quick
spermatozoi normali 14
atipie allatesta 63
atipie alla coda 3
atipie al collo 1
atipie miste 19
sperm. con res. citoplas. 0
cell rotornde 0
cellule della spermatogenesi 0
spermatogeni 0
spermatociti 0
leucociti 0
granulociti 0
macrofagi 0
linfociti 0
droplets citoplasmatici assenti

può darmi un primo parere? da quello che legge cosa si può evincere?
possiamo sperare ancora in una gravidanza naturale?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

non sono ben chiari i valori da lei riportati in quanto mnacano le unità di misura ed i valori di riferimento.

Orientativemente sembra che esistano alterazioni significative dello spermiogramma perciò è confermata la necessità di un consulto andrologico.
[#2] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gent.ma utente

un esame del liquido seminale non è in grado di fare una diagnosi di fertilità o meno, mentre è importante una visita del soggetto in questione. Tuttavia, solo analizzando l'esame da un punto di vista laboratoristico, l'unico dato fuori norma è la motilità, motivo in più per avvicinarsi ad uno specialista del settore.

Cordialità
[#3] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
"motivo in più per avvicinarsi ad uno specialista del settore" ecco dott. Maretti, cercavo proprio un motivo per mobilitare mio marito all'accettazione di una visita andrologica che rimanda da 4 mesi e più ormai!

ma questo dato fuori norma della motilità lenta può essere dovuta a qualcosa di irreparabile? o qualcosa che si può risolvere tranquillamente con farmaci?
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma

non si agiti per nulla, prima faccia fare la visita e poi vedrà .... che tutto si sistemerà.

Cordialità
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
la motilità alterata diopende da almeno una dozzimna di cause spesso sovrapposte, per cui trovata la causa, trovato la terapia. Poi fra le 4 grandezze principale (volume eiacuklato, concentrazione spermatica, morfologia e moptilitòà) la mnotilità appunto è la più "facile da sistemare",.
[#6] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
cari dottori andrologi
siamo poi andati a fare la visita presso un andrologo e ci ha indicato degli esami del sangue da fare di cui i risultati sono questi:
prolattina 218.00
lh ormone luneinizzante pl 4.30
sh ormone follicolo stim. 2.68
testosterone libero 7.70
testosterone plasmatico 4.11
tsh tireotropina 1.670
free t3 - triiodotironina libera 3.20
free t4 - tiroxina libera 1.02
psa totale 0.350

segna un errore sul testorsterone libero.

a seguito dei dati sopraindicati potreste dirmi se è congenita?

il dottore ha anticipato che da questi esami si può evincere se è congenita o no. Nel primo caso si deve ricorrere alla fecondazione assistita nel secondo
che con una cura di tre mesi risolviamo.

cosa mi dite al riguardo?

grazie in anticipo e grazie anche per le risposte che mi sono state date!
finalmente mio marito ha deciso di farsi vedere dal medico.
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma

innanzitutto sarebbero necessarie le unità di misura degli esami anche perchè sembrerebbe alto il valore di prolattina.

Poi non ho capito cosa deve essere congenito o meno.

Cordialità
[#8] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
mi riferisco alla motilità pregressiva dei risultati dello spermiogramma indicati su nel primo quesito.
cmq
prolattina 218.00 (40-290)
lh ormone luneinizzante pl 4.30 (0.80-7.60)
sh ormone follicolo stim. 2.68 (1.50-14.00)
testosterone libero 7.70 (9.00-47.00)9
testosterone plasmatico 4.11 (3.00-10.00)
tsh tireotropina 1.670 (0.150-4.500)
free t3 - triiodotironina libera 3.20 (2.14-5.34)
free t4 - tiroxina libera 1.02 (0.73-2.00)
psa totale 0.350 (0.000-4.000)

le ho aggiunto i valori di riferimento.
[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le sig.ra

affermare che la motilità progressiva degli spermatozoi è di origine congenita o meno E' PRIVO DI OGNI FONDAMENTO.

Suo marito deve essere visitato per valutare se esistono patologie in grado di interferire con la sua fertilità, e se queste non sono presenti, va impostata una terapia per cercare di migliorare i parametri di motilità. Ovviamente la coppia va valutata nel suo insieme (età e patologie della donna) per capire se vale la pena procedere con una terapia medica oppure dedicarsi ad una tecnica di fecondazione.

Cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
la visita è stata già eseguita e l'andrologo ha detto che è tutt'apposto. l'unico problema chiaro è proprio la motilità lenta.
non sono convinzioni mie ma parole del nostro andrologo!
ci ha anche definiti una coppia fortunata perchè sin da subito è chiaro il nostro problema.

per questo le chiedevo se secondo Lei dai risultati delle analisi si può evincere o meno se il problema della motilità o congenita o se si può risolvere.

per quanto riguarda i miei esami la ginecologa non ha trovato nulla di anomalo.

La ringrazio
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

difficile fare "collegamenti genetici" con una motilità non perfetta.

Se tutte le valutazioni andrologiche fatte sono nella norma spesso si parla di problema idiopatico, cioè di un problema in cui poco si è capito e la causa non è stata con sicurezza individuata.

Poi, oltre alle corrette indicazioni ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia, può leggere anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl’indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html .

Un cordiale saluto.


[#12] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Certo che il problema della motilità si può risolvere, vedrà che il suo andrologo le consiglierà la terapia più opportuna.

Cordialità
[#13] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

un problema di "bassa" motilità degli spermatozoi dovrebbe essere indagata per capire se possa essere legata alla presenza di patologie tipo il variococele o a fatti infiammatori, infettivi delle vie seminali.
a mio parere il dato dovrebbe esere confermato da più di uno spermiogramma con spermiocoltura.
Esistono terapie che possono o potrebbero migliorare la motilità degli spermatozoi tanto da poter consentire una gravidanza ( accanto a rapporti sessuali frequenti e "mirati")
cari saluti
[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile signora,

a questo proposito, il vostro andrologo, oltre alle valutazione ormonali, quali altri esami vi ha indicato?

Cordiali saluti.