Utente 230XXX
A carico dell'epididimo destro si apprezza formazione nodulare solida, ovoidale, ipointensa sia in T1 che in T2, del diametro di circa 16 mm., presentante discreto incremento di segnale dopo contrasto. Il reperto, di non univoca interpretazione diagnostica, merita accertamento istologico (in paziente affetto da Leucemia mieloide acuta e attuale graft versus host disease). Non evidenti alterazioni di segnale a carico dei testicoli. Assente idrocele. Questo è riportato nella RMN. Ho fatto il trapianto di midollo osseo il 22 gennaio 2010 e a febbraio 2011 nell'ecografia testicolare non risultava nulla. Ora le volevo chiedere: Esiste una cura? Questo nodulo può essere maligno (carcinoma)? Si può trasformare in maligno se trattasi di tumore benigno o fibroadenoma epididimo? Può essere che il rigonfiamento sia collegato al post trapianto? Diceva il medico radiologo a voce che c'è tessuto fibrotico ma che non vi è nulla di maligno. Si può evincere da una RMN se vi è presente un carcinoma dell'epididimo? Insomma mi dia delle delucidazioni perché sto uscendo matto e non ci capisco più niente. Esistono poi fibroadenomi dell'epididimo, specialmente alla testa? Grazie per la cortese attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Per prima cosa si tranquillizzi! La cosa più logica è farsi visitare per vedere a cosa corrisponde tale reperto, visto che l'epididimo è facilmente palpabile. Non ho esperienza specifica di RMN scrotale (che peraltro è stata effettuata per ben altra ragione nel Suo caso). In linea di massima se il radiologo è tranquillo è buon segno, comunque si faccia visitare da uno specialista che possa risolvere il dubbio (peraltro assai remoto!) di un'altra patologia maligna. Cordiali saluti ed incoraggiamenti.
[#2] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Mi scusi Dottor Conti, che cosa intende per dubbio (per altro assai remoto!) di un'altra patologia maligna... Ma statisticamente parlando le domande che le ho rivolto possono portare a qualcosa di maligno in base al referto della RMN? Lei dovrebbe, essendo Urologo - Andrologo - Endocrinologo e Chirurgo, saperne molto in merito. Cosa significa Formazione nodulare solida, ovoidale e ipointensa? Grazie per l'attenzione. Ci possono essere tumori maligni dell'epididimo? Ho letto in internet risposte no. Mi dica va analizzato istologicamente o si può curare? Grazie di nuovo.
[#3] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Comprendo il Suo stato di ansia ma dobbiamo stare ai fatti.Il radiologo refertante parla di nodulo solido, indicando la opportunità di un accertamento istologico (evidentemente in considerazione della Sua storia clinica di leucemia), poi a voce è stato più tranquillizzante. Di fronte a tali dati in evidente contraddizione capisco che Lei abbia dei dubbi ma io le posso solo dire che i tumori primitivi dell'epididimo sono estremamente rari e quindi improbabili.Questo spero valga a tranquillizzarLa, tuttavia personalmente Le consiglio ancora di farsi visitare da uno specialista che possa apprezzare le caratteristiche del suddetto nodulo, unica strada per togliersi ogni dubbio Cordiali saluti ancora
[#4] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille per la sua pazienza, ma sa anch'io lavoro in ambito sanitario da Podologo e quindi si può immaginare che più o meno la medicina la conosco anch'io e per chi è competente in materia sanitaria e conosce anatomia e fisiologia del corpo umano subito si immedesima e si allarma. Grazie comunque per la sua consulenza. Lei è stato molto cortese e gentile. Le dico comunque che questo servizio è bellissimo e che ci vuole anche in altri siti. Daltronde facciamo prevenzione no! Le auguro una felice nottata e buon lavoro.
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
egregio lettore,

segua la indicazioni del collega.
fatta la visita, capirà di persona come organizzarsi.
in linea di massima il giudizio nasce da tutti i reperti finora raccolti e in ultima analisi dall'esplorazione scrotale con esame istologico.

cordialità