Utente 212XXX
buona sera, il mio dentista mi ha diagnosticato una fistola gengivale,
mi ha consigliato una cura antibiotica e detto che il problema non si risolve facilmente (anche se per me è la prima volta) e al prossimo appuntamento mi vuole devitalizzare il dente e incapsularlo, lasciando solo la radice.
Mi sembra una soluzione un po drastica, non so se consultare un altro dentista, voi cosa mi consigliate, questa è la classica prassi per una fistola o ho trovato un dentista un po impulsivo?
grazie
[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
se la fistola è di origine endodontica, la terapia canalare o endodontica o 'devitalizzazione' è necessaria: in questi casi il dente interessato è già necrotico (quindi il termine devitalizzazione è improprio), o già sottoposto a terapia endodontica ma senza successo.
Inoltre è spesso visibile in rx endorale la presenza di una radiotrasparenza, reperti indicativi di una patologia periapicale cronica, un granuloma o anche piccola cisti, che può essere risolta solo con terapia canalare.
Non sempre alla terapia endodontica è necessario associare la protesizzazione della corona, dipende da quanto tessuto residua: è consigliabile maggiormente nei premolari poichè molto fragili, per evitarne la frattura in tempi successivi.
In mancanza di un ascesso conclamato, la terapia antibiotica potrebbe risultare inutile: con la strumentazione dei canali ed i lavaggi con ipoclorito e la successiva chiusura con guttaperca, la fistola tende a regredire in pochi giorni
Cordiali SAluti