Utente 517XXX
Buongiorno

Inizio premettendo che non mi sono mai fatto problemi per quanto riguarda l'igiene, nel senso che il mio non è un problema psicologico, ma una curiosità.

Vivo in paese, vengo spesso a contatto con cani/gatti che vivono nella mia casa in campagna, ho vissuto due anni in città e preso mezzi pubblici, treni, mi sono seduto in stazione, senza farmi alcun problema.
Semplicemente ho sempre rispettato le norme igieniche fondamentali, ovvero lavarsi sempre le mani prima di mangiare, non toccarsi viso/bocca quando le si ha sporche, pulizia degli indumenti eccetera...

Ma adesso, forse per la mia natura ipocondriaca e la sofferenza di DOC, o forse perchè qualcuno me l'ha fatto notare, mi sono posto un pò di problemi...

Mi capita come già detto prima, di prendere mezzi pubblici in città, sedermi negli autobus o in stazione, prendere il treno, andare in campagna e venire a contatto con animali. Ovviamente però non mi metto a "decontaminare" i vestiti, in casa vanno sicuramente a contatto con sedie, appendiabiti e altro. Ho sempre evitato di metterli sul letto ma per una questione di "schifo" più che per la paura di contaminazione. E poi sicuramente non mi metto a decontaminare casa poichè i vestiti hanno potuto "toccare" qualcosa. Mi sembra esagerato, eppure qualcuno lo fa.

In questo caso spero di essere io quello sano, e per questo mi rivolgo a voi chiedendovi:

Ma davvero è possibile essere contaminati da un qualcosa anche semplicemente tramite i vestiti? Cioè, se io vado in treno 7 gg su 7, dovrei per esempio cambiarmi un cappotto al giorno e lavarli sempre al ritorno?

Fa così tutta la gente che va in giro? Io non credo proprio

Penso di avere un sistema immunitario abbastanza sano...

Ma a questo punto inizio a chiedermi...

Che comportamenti sono da evitare e quali da "attuare" ogni qual volta che si viene a contatto, sia fisicamente che tramite indumenti, con ambienti non proprio "puliti" quali mezzi pubblici, stazioni, campagna?

grazie!
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

non so se ha visto il film di fantascienza "la Guerra dei mondi" di Steven Spielberg;
una razza aliena invade la terra col proposito di sterminare il genere umano, ma, alla fine, viene lei sconfitta da un germe, al quale gli umani si erano da tempo adattati, ma per questa razza aliena quel germe è risultato fatale.
Cosa vuol dire? che da quando si nasce ciascuna persona viene al contatto tutti i giorni con miliardi di microrganismi, quasi sempre ci pensa il nostro sistema immunitario a proteggerci, raramente ci ammaliamo.
Perciò, basta seguire le più comuni norme igieniche per riuscire a schivare il pericolo di una infezione.

Quanto ai vestiti, come i cappotti, giacche, pantaloni, se fosse facile contaminarsi tramite questi, vi sarebbero tutti i giorni miliardi di ammalati; la maggior parte dei germi non sopravvive nell'ambiente e non sopravvive nei vestiti.
Una comune regola di igiene consiste nell'aerare i cappotti di frequente, lavare i pantaloni quando si sporcano visibilmente; quelli che usiamo spesso, come i jeans, lavarelli una volta la settimana.
La biancheria intima, ovviamente, va cambiata tutti i giorni o anche più secondo le necessit.

Fatto questo, non dobbiamo più pensarci.
Tutti noi abbiamo guardato un raggio di sole controluce; quante particelle di polvere e schifezze varie nell'aria, proprio nell'aria che respiriamo; eppure che succede di solito? nulla, proprio nulla...

buona serata
[#2] dopo  
Utente 517XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio dottore, è stato molto chiaro!