Utente 231XXX
Buonasera , ho bisogno di sapere alcune informazioni , il giorno 5/12/2011 sono stato operato di ernia inguinale dx , alla visita il dottore mi disse che più' che ernia era uno sfangamento che mi portava fastidi stando seduto troppo tempo in macchina . Dopo 4 giorni dall' operazione , ho dei dolori fortissimi quando faccio la tosse , e sembra quasi che l' ernia mi esca fuori , riesco a stare in piedi ma sento un gran peso dalla parte della ferita , quasi come se avessi ancora l'ernia , fastidio che prima non avevo dato che era lieve . Sono molto preoccupato perché non vedo alcun miglioramento dopo 4 giorni , dopo quanto tempo si cominciano ad avere dei miglioramenti ? Sono normali questi dolori e fastidi ? La tosse mi risveglia il dolore in un modo allucinante .

Quando mi alzo dal letto a volte cammino senza problemi con pochi dolori , mentre altre volte mi tira mi da un senso di peso e gonfiore e mi punge come se ci fossero degli spilli .

quanto durano questi dolori , sono normali ? Sono seriamente preoccupato , datemi una risposta .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signore
non è facile fornire una risposta senza una visita accurata e la cosa migliore sarebbe quella di rivolgersi al collega che l'ha operata.
In generale la invito a considerare che ha subito un intervento chirurgico che ha richiesto una anestesia locale, la sezione di alcuni tessuti, la riduzione in addome di un sacco erniario e la ricostruzione dei tessuti con effettuazione di una plastica, probabilmente con una rete di polipropilene. Per tale motivo ogni volta che tossisce mette in tensione i tessuti ricostruiti, sede della plastica, non ancora definitivamente cicatrizzati e per tale motivo avverte il dolore. La spiegazione potrebbe essere questa e, se così fosse, rientrerebbe nel normale decorso post-operatorio da affrontare assumendo magari un antidolorifico. Tale sintomatologia dovrebbe poi ridursi di intensità nei giorni successivi e scomparire del tutto dopo circa 15 giorni.
Le rammento comunque che parliamo solo di ipotesi diagnostiche, non potendola visitare e pertanto le consiglio , persistendo i sintomi, di effettuare una visita di controllo dal collega che l'ha operata.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 231XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera dottore e grazie per la risposta , in effetti il dolore con il passare dei giorni diminuisce , lunedì' 12/12/11 ho la visita con il chirurgo penso per togliere i punti , a cui faro' presente tutti sintomi . Ci tenevo a dirle che comunque quando sono a letto non avverto dolori o particolari fastidi , sono uno sportivo ed ho un addome molto sviluppato , mi auguro che il motivo dei dolori e fastidi che avverto sia dovuto anche a questo perché al minimo movimento il mio addome si contrae . La mia preoccupazione è dovuta anche dal fatto che quando ho effettuato la visita di controllo prima dell' operazione , ho chiesto al chirurgo dopo quanto tempo la situazione sarebbe ritornata normale e mi ha risposto dopo 3 o 4 giorni e in effetti non è stato proprio così . Le volevo chiedere solo una cosa è normale che mi senta come se l' ernia mi fosse stata spostata verso l' alto ? perché' questo è ciò' che sento , di sicuro anche la medicazione ingombrante non mi da modo di capire se il peso che sento è dovuto proprio a questa o all' ernia che mi è stata spostata . grazie in anticipo per la risposta .
[#3] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signore
innanzitutto perdoni il ritardo nella risposta ma sono comunque contento che il quadro clinico sia in miglioramento. In genere quando si è in posizione eretta la tensione muscolare aumenta fisioligicamente ed è normale avvertire maggiore fastidio.
Per quanto riguarda la sua sensazione penso rientri nella norma poichè l'ernia effettivamente viene ridotta in addome e pertanto spinta verso l'alto.
In alcuni casi, oltre alla rete, viene posizionato un plug (piccola protesi) in corrispondenza dell'orifizio inguinale interno, che completa, quando necessario, la chiusura dell'ernia.
Sicuramente comunque domani con il collega che l'ha operata riuscirà ad avere una risposta precisa alle sue domande.
Cordiali saluti