Utente 213XXX
buonasera,pratico palestra da quasi un anno e mezzo,per inesperienza all'inizio del mio percorso sportivo,dovuto alla pesistica riguardante le gambe,mi è uscita una punta di ernia sulla parte destra...allora decisi di non fare più sforzi per quanto riguarda le gambe,l'ernia così si è intravista sempre meno fino alla "scomparsa" anche se documentandomi so che anche se non si vede c'è sempre,i quesiti sono:
per ernia inguinale è inevitabile l'operazione?
ho notato che,ora non so se è il punto esatto dove c'è l'ernia,ma mi spunta anche una piccola macchiolina rossa,come se la pelle ha una lieve infiammazione!!questo fatto è collegato?
posso fare altri esercizi(addominali,ecc..,senza gli esercizi delle gambe s'intende)tranquillamente?
poi,per ultimo perchè io non capisco,ma come mai che certuni caricano tanti e tanti chili sulle gambe ma l'ernia non gli esce?!?
se mi dovessi operare e non volessi a cosa andrei incontro?grazie tanto:)
[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Gentile signore

con il termine ernia in genere si intende una fuoriuscita di un organo dalla sua sede abituale attraverso un orifizio naturale o neoformato. Nel caso dell'ernia inguinale si tratta di una fuoriuscita del contenuto addominale attraverso il canale inguinale. In tale sede negli uomini passa il funicolo spermatico diretto al testicolo. Al momento della nascita, con la discesa del funicolo nello scroto il canale inguinale si restringe intorno al funicolo. Come la natura ci rende diversi nei tratti sonatici fa altrettanto nelle strutture muscolari, rendendole più o meno continenti. Per tale motivo alcune persone possono avere un'ernia già da bambini mentre altre possono non soffrirne mai per tutta la vita. Gli sforzi muscolari che comportano un aumento della pressione intraaddominale facilitano quindi l'insorgenza dell'ernia che, una volta comparsa, non regredisce mai completamente, a causa dello sfiancamento di strutture muscolari.
Per tale motivo, rispondendo alle sue domande posso dire che :
1) Il trattamento quindi, una volta accertata l'ernia, è solo chirurgico e consiste nella riduzione in addome dell'ernia e nella riparazione del difetto muscolare attraverso cui si era formata.
2) la piccola macchiolina rossa sulla cute non credo sia da mettere in relazione con l'ernia ma andrebbe comunque valutata dal suo medico curante, potendo trattarsi di altra patologia;
3) se lei ha un'ernia eventuali esercizi addominali, aumentando la pressione intraaddominale, potrebbero farla aumentare di dimensioni e quindi peggiorare;
4)qualora lei non si voglia operare il rischio è che l'ernia possa aumentare di dimensioni non avendo ostacoli nella discesa verso lo scroto (ernia inguino-scrotale).
A tutto questo deve comunque aggiungere il rischio del possibile intrappolamento del contenuto intestinale nell'ernia (ernia strozzata) con rischio di necrosi dell'ansa intestinale stessa e necessità di resezione del tratto intestinale sofferente.
Per tale motivo, da medico ma soprattutto da chirurgo, le consiglio di far rivalutare la sua ernia da un medico ed in caso di conferma diagnostica, di valutare una risoluzione chirurgica.

Cordiali saluti