Utente 155XXX
Salve dottori,
avrei una domanda sul Lamictal. lo prendo da circa 4 anni per l'epilessia...da allora non ho avuto grossi problemi anche se ho il sospetto che mi "assopisca" un po' e faccio fatica a ricordare alcune cose.Informandomi un po' per vedere se è possibile smettere ho letto che il Lamictal come altri farmaci simili può portare a problemi di coagulazione e trombofilia..è possibile???anche perché negli ultimi anni ho degli angiomi a stella sulla pelle(che dicono possano essere dovuti a problemi epatici) e tantissimi capillari. Mi chiedo se veramente può essere dovuto al Lamictal!!!!anche perché leggendo il bugiardino ho scoperto che porta anche alla diminuzione delle'assorbimento dei folati (infatti ho l'omocisteina alta ma mi hanno detto che è per una mutazione del MTHFR..ma di certo non aiuta!).Nessun medico mi ha parlato di
queste cose in realtà in modo preciso...ho paura che vari problemi siano legati a quello può essere?
[#1] dopo  
Dr.ssa Monica Pacetti
20% attività
0% attualità
0% socialità
FORLI' (FC)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012

Gentile utente, è previsto che la Lamotrigina (Lamictal) determini effetti collaterali comuni di tipo dermatologico con Rash nel 10 % degli adulti e nel 14% dei bambini, e rari di tipo ematologico quali Anemia (riduzione globuli rossi) < 0,1%, Coagulazione intravasale disseminata, Eosinofilia (aumento eosinofili) < 0,1 %, Leucopenia (riduzione globuli bianchi) tra 0,1 % e 1 %, Trombocitopenia (riduzione piastrine) < 0,1 %. In ogni caso è opportuno effettuare una visita di controllo con lo specialista Neurologo che le ha prescritto il farmaco, che saprà osservare le lesioni cutanee e consigliarle eventuali esami ematochimici o strumentali!
Le sconsiglio vivamente di modificare autonomamente la posologia del farmaco, o di sospenderla bruscamente poiché il rischio di nuova insorgenza di crisi epilettiche è elevato.
Comunque in considerazione dell’aumentato rischio trombotico derivante dall’iperomocisteinemia dovuta a cause genetiche (mutazione a carico del gene che codifica per l’enzima metilentetraidrofolato reduttasi, MTHFR), effettuerei una consulenza specialistica ematologica, ne parli con il Medico di base
Saluti.