Utente 862XXX
Salve, gent.li Dottori, vorrei chiedere un vostro parere , a mio padre cardiopatico che ha 2 stent medicati impiantati due anni fa , durante la coronografia per l'impianto degli stent il cardiologo gli riscontrò un'altra stenosi nella stessa arteria DX più in basso al 50%. <A distanza di due anni vorremmo monitorare la situazione della stenosi, ci è stato consigliato dall'ospedale la scintigrafia , ma mio padre vorrebbe evitare il contrasto ; pertanto, ci è stato suggerito in alternativa di effettuare un Ecocardiogramma transtoracico 2D con colordoppler da effettuare presso una struttura privata , dato che l'ospedale non lo effettua. La mia domanda, è la stessa cosa ? Si riesce a vedere la stenosi se è peggiorata o è la stessa?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La scintigrafia NON si esegue con un mezzo di conrtasto, ma con una piccola dose di una sostanza radioattiva. L'ecocolordoppler fornisce altre informazioni ma non e' in grado di fornire un'esatta valutazione della perfiusione coronarica come invece puo' fornire la scintigrafia miocardica , specie da sforzo, che sarebbe indicata nel caso di suo padre.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 862XXX

Iscritto dal 2005
Grazie professore per la sua cortese risposta