Utente 558XXX
Salve, il mio problema riguarda la spinta dello sperma durante l'eiaculazione. Mi sono accorto di questo problema, quando, in seguito a infezione da candida, ho notato una diminuzione della spinta dell'urina e ovviamente infezione sul glande. Sono stato dall'urologo che mi ha prescritto il diflucan da 150mg e pevaryl da applicare sul glande. A distanza di una decina di giorni il problema sembra essere risolto, sia sul glande che riguardo l'emissione dell'urina che è ritornata ad essere abbastanza sostenuta. Per inquadrare meglio il problema, vi informo che negli ultimi mesi ho abusato molto di sostanze irritanti (peperoncino,pepe,caffè e anche alcol) che mi ha causato anche problemi di stitichezza e proctite (sempre da visita urologica).
Attualmente ho eliminato tutte queste sostanze, da circa 3 settimane.
Ultimamente, dopo un rapporto, noto un arrossamento delle labbra del glande e qualche volta, quando urino, ho la percezione (ma non ne sono sicuro) di leggeri fastidi...La mia intenzione è quella di effettuare un'analisi delle urine per infezioni batteriche e magari una spermiocoltura se non è sufficiente quella delle urine.
Cosa mi consigliate e cosa ne pensate del mio quadro clinico?

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utete,
la sintomatologia da lei descritta potrebbe essere determinata da una infiammazione della prostata, conseguente alla stitichezza, le consiglio di sottoporsi a visita urologica per confermare tale diagnosi ed iniziare un eventuale terapia mirata.
cordiali saluti
Dott. Giuseppe Quarto
www.prevenzioneprostata.com
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
nel frattempo cerchi anche di modificare in modo stabile il suo stile di vita e la sua dieta.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it

[#3] dopo  
Utente 558XXX

Iscritto dal 2008
Salve, vi ringrazio per la consulenza ed i consigli.
In pratica il mio urologo ha detto, spiegandogli gli stessi problemi, che devo tenere la parte intima in acqua tiepida/calda per una decina di minuti affinchè la prostata si rilassi; se non migliora entro una quindicina di giorni, mi devo sottoporre ad un massaggio prostatico.
Essendo voi anche degli esperti, cosa ne pensate di questa "cura"? Magari voi potreste darmi qualcosa di più efficace o basta questa terapia?

Grazie di nuovo
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
quando si è stati visitati e si ha fiducia nello specialista consultato, poi bisogna seguire le indicazioni date.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it