Utente 237XXX
Due settimane fa mi è venuta la febbre a 39, che è durata tre giorni arrivando anche a 39,6... ho preso la tachipirina e ho cercato di bere molto... dal 4 giorno ho ricominciato ad alzarmi per mangiare ma per il resto rimanevo a letto perchè mi sentivo la testa pesante e le gambe molto deboli... col passare dei giorni la situazione è andata migliorando sempre di più.. ho avuto solo un pò di mal di pancia con conseguente diarrea il sabato, ma si è trattato di un episodio isolato... giovedi, dopo 11 giorni a casa, sono tornata al lavoro perchè mi sentivo abbastanza bene... invece ho avuto dei problemi, principalmente molta debolezza e anche un pò di tachicardia (120 battiti al minuto) senza fare sforzi particolari... avevo anche un caldo esagerato... venerdi di nuovo.. anche se solo la debolezza con conseguente inappetenza... la sera sono andata dal mio medico e mi ha detto che potrebbe essere astenia post influenzale... mi ha dato da prendere una pastiglia ricostituente e lo sciroppo per la tosse che ancora mi tormenta... alla sera prima di andare a dormire (cioè ieri sera) mi sono sdraiata sul letto e quando mi sono alzata ho avuto le vertigini, e il fenomeno si è ripresentato stamattina quando mi sono alzata... ora mi sento un pò più stabile ma sempre debole... inoltre ieri sera mi è venuto il ciclo e questo a volte mi indebolisce molto... volevo sapere se può trattarsi effettivamente di uno strascico di influenza e se il ciclo può aggravare il fenomeno o se può trattarsi di altro... sono un pò preoccupata perchè mi sento veramente senza energie e questo mi condiziona in tutto.. dal lavoro al tempo libero... grazie
[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il suo organismo, tramite le sue difese immunitarie, ha combattuto una dura battaglia; che alla fine lo ha visto vincitore, ma che gli e' costata tanta energia! Lei ora e' guarita, ma sta attraversando il periodo cosiddetto "di convalescenza", e i fenomeni descritti, per quanto ne possiamo sapere noi che non possiamo visitarla, sono pressoche' normali. Ovviamente il ciclo mestruale non fa altro che aumentare i problemi, in quanto la fisiologica diminuzione di sangue circolante la sta indebolendo ulteriormente.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la risposta celere.... mi sono però dimenticata un particolare... qualche mese fa ho fatto gli esami del sangue per la tiroide e un valore è risultato un pò fuori norma... il mio medico ha detto che potrebbe non essere significativo ma naturalmente dovrei fare una visita specialistica... per il momento mi ha consigliato di rifare l'esame a distanza di due o tre mesi per verificare se si è trattato di un fenomeno isolato (sbalzi ormonali nelle donne sono abbastanza normali) o se tale anomalia si ripresenta, cosa che ovviamente porterebbe ad un consulto con uno specialista... vorrei sapere se questo potenziale problema della tiroide potrebbe in qualche modo influire come ulteriore aggravante della mia situazione.... grazie
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si', certo, potrebbe influire. Ma quale sarebbe questo valore che risulta fuori norma? E di quanto?
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
si tratta del T.S.H.... il mio valore è 7.31 quando i valori di riferimento sono 0.465-4.680... l'FT3 e l'FT4 invece sono nella norma...
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il dato indica che la tiroide sta funzionando meno del previsto, anche se al momento risulta in compenso. Una tiroidite? Altro? Deve fare un'ecografia tiroidea senza perdere troppo tempo, e poi contattare un endocrinologo e chiedergli se deve iniziare una terapia specifica.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
salve, ho prenotato la visita dall'endocrinologo e spero che mi possa dire qualcosa di utile... nel frattempo vorrei chiederle se il problema alla tiroide può provocare attacchi d'ansia... è un problema di cui soffro dal mese di novembre scorso... improvvisamente mi vengono tremori, vampate di calore e a volte tachicardia... a volte invece mi sembra che il cuore mi rimbombi nel petto... ho già fatto una visita cardiologica e non risulta nulla... nel frattempo il mio medico mi ha prescritto 10 gocce di lexotan da prendere quando necessario... visto che di tutti gli esami che ho fatto risultano a posto tranne quello della tiroide ho pensato che potrebbe esserci qualche correlazione diretta... quasi quasi ci spero perchè è debilitante avere questi attacchi ma ancora di più non sapere perchè.... e sinceramente non mi sembra che possano esserci altri motivi che scatenino questi attacchi, non sono particolarmente sotto stress e sia a livello lavorativo sia a livello affettivo sono serena... grazie
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Certo che c'e' correlazione tra quanto descrive e il funzionamento della tiroide. E mi meraviglio che le abbiano prescritto degli psicofarmaci senza tenerne conto!
Cordiali saluti