Utente 248XXX
Buongiorno,
il problema che vorrei esporre è questo. Da bambino sono stato operato di fimosi. In età più adulta non ho mai avuto nessun problema a scoprire il glande nè in condizione di non erezione nè in erezione. Circa due anni fa per motivi di stress intenso che mi ha coinvolto completamente non ho più avuto stimoli sessuali ed ho smesso di masturbarmi per quasi un anno (non ho mai avuto rapporti sessuali). Al calare della situazione di stress ho notato dei cambiamenti. Innanzitutto riesco ad eccitarmi solo se sono in intimità con la mia ragazza, da solo no. La massima erezione la raggiungo solo in fase notturna e al risveglio ed ho notato anche che oggi ho un problema a scoprire il glande. Ossia, in erezione non si scopre da solo, se lo aiuto lo scopro, ma superato il glande poco dopo noto difficoltà ad andare oltre con una piccola contrazione del pene che non mi dà proprio dolore ma fastidio. Questo mi manda un secondo in ansia e perdo l'erezione. Visto che comunque riesco a scoprire il glande e il problema di difficoltà di scorrimento e restringimento l'ho dopo secondo voi si tratta sempre di un problema di fimosi? Oppure si tratta di perdita di elasticità dovuta alla scarsissima attività manuale che ha seguito l'anno si completa assenza?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mauro Seveso
36% attività
12% attualità
16% socialità
CASTELLANZA (VA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente a questo punto direi che è consigliabile fermarsi un attimo e ragionare. Molti problemi li superiamo con la sola nostra personale forza tutti i giorni ma a volte abbiamo bisogno di un aiuto e penso che questo sia ormai il suo caso. Come prima cosa Le consiglio una valutazione andrologica per valutare l'eventuale esistenza di aderenze esito del pregresso intervento di circoncisione che possono ridurre lo scorrimento del prepuzio sul glande ed innescare un meccanismo di interruzione del piacere che determina una riduzione della qualità dei rapporti. A volte questo problema è risolvibile con l'applicazione di creme, in altri casi occorre ricorrere ad un piccolo intervento correttivo.Cordiali saluti