Utente 177XXX
Save,
qualche giorno fa giocando a calcetto sono caduto male e ho subito avvertito un forte dolore al dito medio. Al momento ho continuato a giocare anche con il dito dolorante. Ritornato a casa ho notato il dito gonfio e un po' violaceo. Purtroppo pensando ad una semplice contusione sono andato a farmi le radiografie solo dopo due giorni con la diagnosi seguente: Infrazione corticale della base della falange intermedia del III raggio.
Il radiografo mi ha consigliato fasciarmi il dito con una stecca e tenerlo in quella posizione per 10/15 giorni.
Il bendaggio l'ho fatto da solo con una stecca e con garza acquistata in farmacia.
Secondo voi è giusto tenerlo 10/15 giorni fasciato? Ho fatto bene a farlo io oppure sarebbe stato più corretto andare al pronto soccorso?
Si tratta di una cosa banale che sicuramente guarirà in breve tempo oppure potrà avere delle conseguenze?
Proprio oggi che ho fatto il cambio della bendatura ho notato che il dito si è del tutto sgonfiato e resta solo un po' violaceo sotto nella parte centrale del dito. E' tutto regolare?
Grazie mille dell'attenzione e spero in una vostra gentile risposta.
Gerardo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Di "regolare" c'è ben poco: di norma non è il radiologo a prescrivere il trattamento di una frattura, nè il paziente a comprare stecca e garza in farmacia e fasciarsi da solo, visto che non ne ha le competenze.
Il referto non precisa la sede dell'infrazione ma visto che l'ecchimosi è nella parte palmare del dito è possibile che si tratti di una lesione della placca volare. Può guarire bene oppure lasciare una limitazione dell'articolazione. E' evidente come non sia possibile dire se "è tutto regolare" senza averLa visitata e senza avere visto le radiografie.
Di norma, in analoghe occasioni si va in Pronto Soccorso dove si viene visitati, se necessario radiografati e, se occorre, immobilizzati dove serve e come serve. Poi alla fine si decide se occorrano cure fisiche.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
Salve dottore,
grazie della risposta e ne terrò sicuramente conto per la prossima volta.
Intanto vorrei aggiornarla sul prosieguo della terapia.
Due giorni fa ho tolto il bendaggio con la stecca. Il dito è ancora gonfio e si muove poco. Non lo sto forzando nei movimenti e sto mettendo due/tre volte al giorno Voltaren emulgel 1% gel.
Vorrei sapere se il decorso è regolare? E' normale che sia ancora gonfio dopo 15 giorni?
Per eliminare il gonfiore cosa devo fare? E' il dolore se forzo il piegamento del dito è normale?
Quanti giorni ancora devono passare per la totale guarigione?
Il mio medico curante a cui mi sono rivolto dopo la sua gentile risposta mi ha detto che si tratta di una cosa banale e che la fasciatura che ho fatto andava bene. Ora non vorrei tornare da lui perché già so che mi dirà che è tutto normale e che sono io che mi preoccupo troppo.
Nell'attesa di una sua ulteriore risposta
la saluto
Gerardo
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Senza averLa visitata non ho nessun elemento per dirLe se è normale o no il decorso, né per dirLe i tempi, né per giudicare il movimento, ecc ecc
Se non si fida del Suo medico bisogna che si rivolga a un ortopedico, meglio ancora se esperto in Patologie della Mano. Può trovare qui http://www.sicm.it/soci_ita.html gli Specialisti della Sua regione, anche se limitatamente a quelli iscritti alla Società, con indicate anche le strutture pubbliche presso le quali lavorano.
Cordiali saluti