Utente 250XXX
Salve,
ho 25 anni, e ho dovuto subire un'orchiectomia dopo una torsione del testicolo diagnosticata troppo tardivamente.

Ormai sono passati alcuni giorni dall'operazione (in cui dopo l'asportazione mi è stata inserita una protesi), avvenuta senza complicazioni, ma ho notato, ormai in due occasioni, la presenza di sangue nello sperma (non poco mi è sembrato).

Di tale evenienza non mi era stato detto niente, e mi chiedo se sarebbe raccomandabile un controllo il prima possibile, o aspettare ancora qualche giorno essendone passati ancora pochi (una decina) e non avendo dolori o fastidi o altri problemi di sorta.

L'altra domanda che viene spontanea è, quanto riposo sarebbe raccomandabile per riprendere l'attività sessuale?

Grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
dubito che la sua patologia di sangue nello sperma possa in qualche modo essere legata all' intervbento, il puù delle cvolte è nulla, ovvero sintomo di infiammazione modesta della prostata. In tal senso utile controllo. L' astinenza dopo chirurgia viene in genere indicata fino alla caduta dei punti, per un fatto più di igene e pulizia locale che di altro.
[#2] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la pronta risposta.

Prendere degli antibiotici e antidolorifici per qualche giorno sarebbe una giusta terapia?

E, inoltre, dovrei stare a completo "riposo"? Per capire se ho superato la cosa, d'altra parte, dovrei pur fare delle "prove", ma mi chiedo se non rischierei di peggiorare la situazione.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Utile controllo urologico, e mai il fai da te. Per il resto il riposo serve a poco.