Utente 185XXX
Salve, circa un anno fa mi sono procurato una frattura della falange del IV dito della mano sinistra. Dopo steccatura tenuta 20 giorni il dito risultava storto con deviazione esterna. a seguito consulto in ospedale mi è stato prospettato un intervento di osteotomia correttiva che ho eseguito nel giugno 2011. A seguito rimozione della fasciatura e rimozione del filo di K ho iniziato la riabilitazione che però non ha portato ai frutti sperati. In pratica tutt'ora il dito risulta deviato e per di più non riesco per niente a piegarlo. vorrei suggerimenti su come procedere e sapere se con l'operazione è possibile che sia stato toccato il tendine visto che non riesco a piegarlo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

l'ipotesi più probabile è che si sia instaurata una rigidità articolare, piuttosto che una lesione tendinea (molto difficile), per cui ritengo (ovviamente questo va confermato clinicamente) che sia indispensabile una kinesiterapia per sbloccare questa rigidità.

In caso contrario, la rigidità diventerà non più modificabile.

Ottenuto il recupero delle normali escursioni articolari, si potrà fare un bilancio della deviazione assiale residua, valutata soprattutto in flessione, cioè quando si chiude "a pugno" la mano.

Buon pomeriggio.
[#2] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dott Leccese, ma che tipo di kinesiterapia mi consiglia? Poichè ho già fatto circa 2 mesi ma senza ottenere grossi risultati.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La kinesiterapia è semplicemente la mobilizzazione di una o più articolazioni rigide in modo attivo (autonomo da parte del paziente) oppure passivo (da parte di un fisioterapista oppure dallo stesso paziente usando l'altra mano).

Purtroppo non ci sono scorciatoie per vincere le rigidità articolari: se non sblocca le articolazioni, non ha senso pensare ad eventuali altri interventi correttivi.

Buona giornata.