Utente 251XXX
Salve a tutti,
sono un ragazzo di 20 anni, altezza 1,90 e peso circa 70 kg. Ho sempre fatto una vita parecchio sedentaria, ed ho sempre associato a questo tutti i miei problemi di tipo estetico. Valutando meglio certe cose però, mi rendo conto che probabilmente gran parte della colpa ce l'ha la genetica. Nello specifico, tendo ad accumulare il grasso su pancia e fianchi, e con la perdita di peso la sproporzione con il girovita peggiora anziché migliorare. Circa un anno fa ho perso molto peso a causa di un periodo di depressione maggiore, arrivando a pesare sui 62 kg; in pratica avevo le guance scavate e il girovita più stretto di quello di adesso (che è già stretto) ma i fianchi e l'addome non sono mai diminuiti notevolmente. Oltre a questo ho il petto "rientrato", altra caratteristica che rende il mio corpo più femminile che maschile.
Anche con la palestra - poca a dire il vero - l'unico miglioramento è stato sulla definizione degli addominali, nel senso che la pancia è meno tonda ma i fianchi (rapportati con il girovita) ci sono rimasti. Stessa cosa per il petto, che seppur più definito rimane mal proporzionato, quasi femminile.
Ora, non so proprio se il problema sia di ossatura, forse lo è in minima parte, ma il modo in cui accumulo e perdo grasso non credo sia normale per un uomo. Ho letto che potrebbe c'entrare una carenza di testosterone, ma dalle mie analisi del sangue sembra tutto ok. Gli unici squilibri, in quel contesto, erano una leggera proteinuria e glicemia bassa (troppa carne?), che credo c'entrino molto poco.

Non so davvero a chi rivolgermi né come risolvere il problema. Sarei contento di sapere che bastano una corretta alimentazione e degli esercizi, ma a questo punto credo proprio di no. Cosa può essere?

Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
gentile utente, è possibile che le ossa del bacino nel suo caso siano tendenzialmente larghe. Sicuramente l'attività fisica ben seguita e con costanza può potenziare quei gruppi muscolari che possono migliorare anche l'aspetto estetico del corpo. Se avesse dei dubbi sicuramente una visita con uno specialista le potrà indicare la strada migliore
cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
20% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Gent. utente,
la descrizione fatta sembra corrispondere ad un biotipo ginoide caratterizzato dal divario, più o meno importante, tra il diametro bitrocanterico e il biomerale (bacino > spalle) ed è una condizione ereditaria, che non esprime uno stato patologico ma determina soltanto una disarmonia della figura...non accettata dai canoni estetici della moda di oggi. Questa situazione può essere supportata o da un particolare assetto scheletrico del bacino e/o da una maggiore localizzazione del grasso nell'area glutea, fianchi e cosce.

Spesso il divario è accentuato proprio dal calo ponderale per facile riduzione del grasso nei distretti medio-alti del corpo rispetto a quello dei distretti medio-bassi.

In casi come il Suo, è necessaria un'analisi dettagliata necessaria a stabilire:

1) dieta adeguatamente bilanciata;
2) attività sportiva differenziata a scopo armonizzante;
3) terapie domiciliari e/o ambulatoriali medico-estetiche e/o di chirurgia estetica.

Cordiali saluti.