Utente 253XXX
Buonasera. Io e mia moglie stiamo cercando per la prima volta un figlio da 8 mesi. Io ho 38 anni e lei 33. A scopo preventivo ho effettuato nel mese di febbraio uno spermiogramma che ha evidenziato i seguenti risultati (tra parentesi valori di riferimento – linee guida who 2010):
durata astinenza: gg 2
aspetto: acquoso (grigio opalescente)
volume: 1.6 (<1.5)
ph: 8.5 (>7,2)
fluidificazione: finemente irregolare (regolare)
viscosità: aumentata (normale)
numero spermatozoi: 9.0 x ml (>15)
totale per eiaculato: 14.4 mln (>39)
forme tipiche: 1% (>4)
forme atipiche 99% (<96%)
motilità progressiva (PR): 0% (>32)
motilità non progressiva (NP): 2%
immobili: 98%
forme vitali (test eosina): 40% (>58)
leucociti: rari
cellule germinali immature : discreto numero
emazie, cristalli, cell. Epiteliali di sfaldamento, corpuscoli prostatici, agglutinazioni, aggregazioni: assenti

allarmato da questi risultati DISASTROSI ho effettuato visita urologica e, dietro prescrizione, ECODOPPLER SCROTALE. Esito: VARICOCELE testicolo SX (minima dilatazione (3 mm) ed incontinenza della vena spermatica e del plesso pampinioforme sx con reflusso al Valsalva di II grado secondo Hirsh). Tale patologica non mi era stata diagnosticata durante visita militare.
Nel frattempo ho effettuato esami del sangue specifici che, ringraziando il cielo, non hanno evidenziato risultati fuori parametro:
TSH: 1.19 (0.35 – 4.94)
LSH: 3.6 (1-9)
FSH: 3.7 (1-12)
PROLATTINA: 7.5 (3-13)
Testosterone:6.55 (1.7 – 8.1)
Ripetuto a distanza di tre mesi lo spermiogramma, con i seguenti risultati
durata astinenza: gg 5
aspetto: grigio opalscente
volume: 3.0
ph: 8.0
fluidificazione: regolare
viscosità: lievemente aumentata (normale)
numero spermatozoi: 9.0 x ml (>15)
totale per eiaculato: 27.0 mln (>39)
forme tipiche: 0% (>4)
forme atipiche 100% (<96%)
motilità progressiva (PR): 22% (>32)
motilità non progressiva (NP): 8%
immobili: 70%
forme vitali (test eosina): 62% (>58)
leucociti: assenti
cellule germinali immature : discreto numero
emazie, cell. Epiteliali di sfaldamento, cristalli, corpuscoli prostatici, agglutinazioni, aggregazioni: assenti
se possibile, i risultati sono stati anche peggiori dei precedenti, visto che, a fronte di un discreto miglioramento della motilità, mi sono ritrovato un peggioramento della morfologia (100% forme atipiche)
risultato: lista d’attesa per operazione varicocele (6 mesi/1 anno) e inviato in centro fertilità (altri 8 mesi d’attesa solo per il primo consulto).
Premesso che sto entrando nell’ordine delle idee di scordarmi una fecondazione per vie naturali, chiedevo: L’operazione al varicocele potrebbe migliorare almeno la morfologia degli spermatozoi e sperare almeno in una fecondazione assistita?
La mia età (38 anni) potrebbe influire sull’esito dell’operazione o renderla inutile? Esistono alternative all’operazione? E’ possibile effettuare ulteriori esami per capire quanto meno le cause di tale morfologia disastrosa degli spermatozoi?
Vi ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

lei ha riportato la presenza di varicocele che può causare alterazione dei valori seminali come riportato, ma è molto discutibile attendere così tanto tempo per l'intervento, considerato che il beneficio-comunque non garantito, ma riportato nella nostra esperienza- si deve valutare solo dopo 6 mesi dall'intervento.

è ovvio che il collega consiglia l'intervento per migliorare la qualità seminale ma , non deve bastare questo dato.....infatti anche la vitalità è ridotta o ai limiti bassi....

utile il completamento dello studio mediante valutazione prostatica per meglio studiare le vie seminali.

ci aggiorni

cordialità
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega che mi ha preceduto, se desidera avere comunque informazioni più dettagliate su questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html .

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 253XXX

Iscritto dal 2012
buonasera. grazie innanzitutto per la disponibilità.

come da vostro consiglio ho effettuato i seguenti appronfondimenti:
- esame prostata: esplorazione transrettale. esito: volume normale con lobi simmetrici, non evidenti sconfinamenti nei margini. ecostruttura ghiandolare di norma tranne millimetrica inclusione calcifica in sede periuretrale. vescicole seminali simmetriche e normostrutturate. non dilatazione del reticolo venoso periprostatico.

Dunque sembrerebbe esito positivo

- spermiocoltura: nessuna infezione

- spermiogramma presso nuovo laboratorio:
volume : 2 ml
ph 8,0
concentrazione spm : 10 mln
concentrazione eiaculato: 20 mln
morfologia: tipiche (54%) – atipiche (31%) giovani (8%) ipermature (7%)
leucociti: 2-4 p.c.m
zone di spermioagglutinazione: rare
motilità alla 2° ora: tipica (0%) – progressiva lenta (5,60%) – discinetica (12,20%) – agitatoria in loco (1%)
Vsl media uM/sec: tipica (0%) – progressiva lenta (13%) – discinetica (20,40%) – agitatoria in loco (2,30%)
LIN MEDIA: tipica (0%) – progressiva lenta (0,51) – discinetica (0,37%) – agitatoria in loco (0,04%)

Grandissima (e graditissima sorpresa) in questo spermiogramma, in cui, nell’arco di 15 gg, si evidenzia passaggio dal 100% di forme atipiche ad un 46%. Dunque sembrerebbe sparita incredibilmente la teratospermia, pur in presenza di un numero ancora basso di spm ( allineato ai precedenti spermiogrammi) ed una motilità ancora ridotta.
Preciso che le uniche cure da me effettuate sono state a base di integratori (spergin q10 + un concentrato di vitamina E + pastiglie di zinco),
Non so più cosa pensare, soprattutto in relazione al varicocele, che a questo punto non so più se considerare causa scatenante dei miei problemi.

Ringrazio anticipatamente per ogni parere al riguardo
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

certamente l'esito migliore della morfologia degli spermatozoi è ben accolto ma è in parte influenzato dagli integratori, in parte (rilevante) dalla lettura presso altro laboratorio.

ovvio che tale differente lettura merita attenta discussione in diretta con lo specialista al fine di ponderare la indicazione alla correzione del varicocele, visto poi il dato della significativa lentezza degli spermatozoi.


cordialità
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

visto l'esame ultimo del liquido seminale che ci invia con alcuni parametri un po’ "irrealistici", come la morfologia degli spermatozoi normale all'54%, purtroppo la prima cosa che possiamo indicare è quella di ripetere ancora una volta l'esame possibilmente presso una struttura dedicata ed aggiornata che segua le indicazioni date dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Con un esame più attendibile e fatto seguendo dei criteri internazionali, accettati e condivisi potremmo poi ridiscutere il suo problema.

Un cordiale saluto.