Utente 593XXX
Buongiorno,

Circa 4 settimane fa mi è comparsa una macchia scura (tendente leggermente al viola, marrone) sul glande. Non mi provoca ne fastidio e ne dolore. Guardandola con molta attenzione sembra che il colore sia dato da alcuni capillari violetto. Fino ad oggi sono stato convinto che questo fosse un ematoma, sono quasi sicuro che la macchia è comparsa subito dopo una masturbazione (tra l'altro in quei giorni stavo usando Aspirina, so che favorisce emorragie).
In contemporanea mi è comparso un altro piccolo ematoma, sotto il glande, sulla pelle dove ci sono molte vene (dove si è come rotto un capillare provocando il classico colore blu sottopelle). Questo secondo ematoma, adesso a distanza di 4 settimane si è in parte riassorbito (cosa che sul glande non è successo).
Se la cosa perdura, sicuramente andrò a farmi vedere da uno specialista, volevo sapere però se un ematoma - o pseudo tale - al glande è normale che resti presente di colore quasi invariato per quasi un mese. Passa da solo o ci vogliono delle cure?

Ps. non so se la cosa è collegata. Da una settimana mi è comparso un prurito esterno, a lato del pene, che va e viene, o guardato la zona alla luce (al buio non si vede nulla), ed è presente come una linea verticale vagamente arrossata, larga mezzo centimetro che scende sulla pelle lungo l'asta.
Abbassando la pelle che ricopre il pene, mi sono accorto infine anche di alcune piccole bollicine rosa-bianche 1mm (sulla pelle, lontane dal glande) sparse, non raggruppate (anche distanti 2cm una dall'altra. Non fanno ne prurito ne dolore. QUeste ultime potrei averle anche da tempo (quando si hanno patologie ci si osserva di + e si notano delle cose che prima passavano insosservate.

Spero di essere stato sufficientemente chiaro
Vi ringrazio anticipatamente per il consulto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Sarebbe saagio, alla luce dei molteplici segni e sintomi, consultare comunque lo specialista- Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 593XXX

Iscritto dal 2008
Grazie della risposta,
vorrei sapere però se un eventuale ematoma al glande - sopra decritto - è normale che perduri anche per più di quattro settimane

(sto cercando almeno di farmi passare l'ansia, in Internet si legge di tutto... putroppo)

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro lettore senza ispezione della lesione che ha sul pene è difficile rispondere alle sue domande.
Cordiali saluti
Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
[#4] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
La sua problematica necessità obbligatoriamente di una visita obiettiva diretta per poter verificare la reale presenza di lesione.
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente
un ematoma del glande che perdura da un mese???
Encomiabili i Suoi tentativi di rendere chiaro per via e-mail quello che non potrà mai essere chiarito. Piuttosto che leggere tutto quello che si trova in Rete, non Le sembrerebbe più logico levarsi il pensiero con una semplice visita almeno dal Suo Medico di famiglia?
Ci pensi su e ci tenga informati se lo ritiene utile ed opportuno.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO

[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
colgo l'occasione per segnalare che dal 10 al 15 marzo ci sarà la settimana di prevenzione andrologica per cui è possibile effettuare visita andrologiche gratuite presso i centri che aderiscono all'iniziativa
basta consultare il sito www.andrologiaitaliana.it consultando i centri che aderiscono
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
faccia pure la sua visita andrologica "gratuita", in realtà però devo ricordare a tutti per correttezza che la settimana di prevenzione andrologica sarebbe organizzata dalla SIA non per fini diagnostici o terapeutici di problemi già presenti ma dovrebbe essere una settimana dedicata alla prevenzione delle patologie andrologiche potenziali e future (purtroppo anche il collega Benedetto lo ha dimenticato!).

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.andrologiamedica.org