Utente 121XXX
ciao,
principalmente ho un problema di cheilite alle labbra da diversi anni.
penso che il problema sia collegato con qualcosa che è successo al pene, perchè è comparso proprio in quell'occasione

2-3 anni fa a seguito di ripetute masturbazione con sapone e cotone non lavato (e quindi sempre più sporco) mi è venuta un'irritazione al glande
praticamente mi si formava una patina di pelle/crosta sottile e bianca che col passare dei giorni si rompeva dividendosi in quadratini che piano piano si sollevavano da tutti i lati, si staccavano e poi il ciclo riniziava. la patina copriva tutto il glande e un pollice sotto il glande e mi dava grande prurito
pare che contemporaneamente sia comparsa questa cheilite esfoliativa alle labbra, (senza prurito) che da anni non riesce a curarsi.

il problema al pene l'ho risolto facendo una serie di lavaggi col bicarbonato ma la questione non si è del tutto chiusa, infatti dopo questo episodio avvertivo problemi di secchezza e di produzione eccessiva di smegma (che prima non avevo)
sono andato da un andrologo che ha optato per la circoncisione: il glande mi si scopriva ma la pelle rimaneva cmq circa un pollice sotto il glande e mi tirava e la circoncisione l'ha giustificata dicendo che a riposo la pelle chiudeva il glande e ciò favoriva questo stato di secchezza e la produzione di smegma.

ora è passato più di 1 anno dall'operazione, non produco smegma ma ho grande secchezza, il glande risultata appiccicoso ed è molto sensibile (ed è la stessa sensibilità che avverto sulle labbra) e ho notato ultimamente che sul bordo inferiore del glande ci sono dei puntini che non sono però di smegma o insomma rimovibili
bensì è proprio la pelle lì che è come se fosse microdesquamata, ce ne stanno quasi 10 di questi puntini che rimangono sempre così, non subiscono modifiche e si vedono meglio in erezione come il glande è gonfio

in più da quell'episodio ho delle fuoriuscite notturne di sperma tutti i giorni e anche durante il giorno quando ho un erezione poi capita che col rilassamento successivo rilascio anche un pò di sperma e di liquido lubrificante (non so come si chiama)

nel corso di questi tempi ho anche fatto diversi esami, come esami delle urine e dello sperma, risultati negativi
e ho fatto anche dei tamponi uretrali: il primo dava Candida lusitaniae e enterococcus faecalis, il 2° solo l'enterococco, il 3° normale spora saprofita

vi viene in mente qualcosa? ci potrebbe essere un' infezione che è risalita fino alla vescica o altro?
da che medico devo andare da un dermatologo, da un andrologo o da un medico che si occupa di infezioni?
mi serve capire la causa di ciò e non che si badi solo al sintomo
perchè ci dovrebbe essere un problema generale che si riversa anche sulle labbre e quindi non mi serve una soluzione topica ma medici che si sforzino di capire la causa

grazie
saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

da quello che ci scrive non sembra che l'apparato uro- seminale , vescica ed altro compreso, sia interessato dal processo infiammatorio da lei indicato.

In questi casi la cosa migliora da fare è sentire prima il suo medico di fiducia poi, sempre su sua indicazione, eventualmente un urologo od un andrologo ed anche un dermatologo.

L'attività clinica combinata di queste tre figure, dopo una attenta e completa valutazione diretta del suo problema potrebbe essere la possibile soluzione a questa sua complicata situazione clinica.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
grazie
lei come andrologo cosa mi dice sulla spermatorrea e su questi "puntini" sul bordo del glande?

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sono sintomi clinici che da soli non hanno alcun significato ma devono essere ben inquadrati dopo una attenta valutazione clinica.

In sostanza solo il suo andrologo, se è presente come non sembra, le può dare una corretta interpretazioni di tutta questa sintomatologia aspecifica.

Ancora cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
appena possibile andrò da un andrologo
capisce che però continuo ad andare a destra e a sinistra senza trovare un medico che capisca le cause

per questo chiedevo se c'è un tipo di medico in grado di inquadrare malattie rare, esiste?

ad esempio c'è anche un'altra stranezza, ho notato recentemente che i peli mi crescono strani: si formano sulla pelle delle circonferenze nere, dopo molti giorni questa circonferenza inizia a staccarsi dalla pelle ma le due estremità del pelo sono sempre dentro la pelle (tipo asola) e poi alla fine esce dritto
non mi sembra normale tutto ciò

ma da che medico devo andare?
purtroppo è vero che i dermatologi sono dei medici incapaci perchè ne ho consultati tantissimi e tutti a fregarsene e a dare cremine a caso.... e io che devo fare?

saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Lei deve ora sentire ancora una volta il suo medico di fiducia e a lui spiegare bene quello che le succede e le reali "lesioni" che lei presenta.

Fatto questo primo passo, sarà sempre lui, se è il caso, ad indicarle quale figura professionale medica consultare.
[#6] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
ma è già stato fatto, altrimenti non starei chiedendo aiuto ad altre persone

non gli ho detto solo di questi puntini sul bordo del glande perchè li ho notati solo adesso ma cmq ha avuto modo di vederlo e non ci ha fatto caso
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Allora dobbiamo dedurre o che il collega consultato è un professionista superficiale oppure non c'è proprio nulla di patologico e lei sta un pò drammatizzando il suo problema.

Purtroppo, da questa postazione, non possiamo dirle nulla di più, senza almeno una preliminare valutazione clinica in diretta.

Ancora un cordiale saluto.