Utente 250XXX
Salve, sono un ragazzo di 26 anni, ho praticato fino al mese scorso attività fisica agonistica. 6 anni fa durante la visità di idoneità sportiva dovetti fare accertamenti per dubbio sindrome di brugada, in quanto presentavo BBD, sopraslivellamento tratto ST e T negativi. Sono risultato fortunatamente negativo sia allo studio elettrofisiologico che alla somministrazione della flecainide(non ho inoltre nessuna familiarità) e ho ricominciato ad allenarmi (rileggendo l'esame mi si riscontrava ripolarizzazione precoce nelle derivazione da V1 a V3,ecg anormale). All'ultima visita per l'idoneità nuovamente mi è stato chiesto di fare qualche esame in più in quanto il medico non era convinto dai miei T negativi. Ho perciò fatto ecocardiografia (tutto nella norma) e ecg sotto sforzo in cui non mi è stata riscontrata nessuna aritmia, nessuna variazione del tratto ST e variazione PA sotto sforzo nella norma. Ciononostante ho cominciato ad avere attacchi di panico, dopo aver letto articoli in cui si riporta che la ripolarizzazione precoce è predittiva di casi di morte cardiaca improvvisa.Gli esami che ho sostenuto bastano a scongiurare tale ipotesi? Fortunatamente dopo un mese non ho più attacchi di panico ma non riesco comunque a ricominciare ad allenarmi,mi sento come bloccato....cosa mi consigliate?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se ha già eseguito il test alla flecainide si deve tranquillizzare.
La ripolarizzazione precoce, inoltre è tipica dei soggetti giovani e sportivi.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 250XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la risposta Dr Cecchini. Penso che il mio errore sia stato senz'altro cercare di farmi autodiagnosi cercando informazioni su internet, shockato dai recenti fatti di morti improvvise di atleti in diretta...errore veramente madornale quando non si hanno conoscenze esaustive in campo medico e si è quindi più vulnerabili all'insorgenza dell'ansia. Sono passato in un mese dall'essere un atleta a non riuscire a fare due rampe di scale consecutive per il fiatone, a svegliarmi con palpitazione e ad avvertire sensazioni di cardiopalmo. Spero di riprendermi quanto prima, ho trovato comunque rassicuranti le sue parole e la ringrazio di cuore per la sua attenzione. Buone cose.
MC