Utente 177XXX
Salve a tutti.
Ho 22 anni e ieri sono stato dall'andrologo per la prima volta. Mi è stato diagnosticato tramite ecodoppler un varicocele di 3° grado al testicolo sinistro.
Mi sto arrabbiando con me stesso perchè ho sempre notato un ammasso di vasi sanguigni piuttosto accentuato nella zona ma pensavo fosse una cosa normale, non sapevo dell'esistenza di questo disturbo e non mi ero mai rivolto all'andrologo prima anche perchè non ne avevo mai avuto il bisogno (e soprattutto perchè non ho mai provato dolore o fastidio a causa di questa patologia).
Ho letto che è abbastanza comune ma quello che mi fa più paura è la connessione con l'infertilità. L'andrologo non sembrava particolarmente preoccupato ma vorrei avere diverse opinioni da parte di vari medici.
Sapreste dirmi:
1) E' grave (ho letto che il terzo grado è il più avanzato). Non è che a 22 anni è già tardi per farsi operare?
2) Quali possono essere le cause? Ho letto ipotesi sull'uso di boxer, in particolare di quelli larghi. Ho sempre usato pantaloncini / boxer larghi per stare in casa e per dormire ed in effetti il mio scroto mi è sempre sembrato particolarmente "appeso" ma non ci ho mai dato troppa attenzione
3) L'operazione prevedrà una sclerotizzazione anterograda (metodo di Tauber). Sapete darmi delle informazioni sul decorso post-operatorio (avvertirò dolore? quali sono i tempi di guarigione? possibilità di recidiva? effetti collaterali?)
4) Vorrei saperne di più sulla connessione all'infertilità perchè è un aspetto che mi terrorizza.

Ringrazio tutti quanti anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Segua le indicazioni del suo specialista e vedra`che sia l`intervento che il post saranno privi di dolorabilita`Gent.mo utente

Il varicocele nel maschio e`una patologia abbastanza frequente che puo`determinare infertilita` e che comunque poiche per lo piu`si manifesta durantte la puberta` e` facilmente gestibile se si interviene in giovane eta`. E`una patologia che poiche`sembra determinare un aumento di temperatura a livello testicolare con una produzione di radicali liberi che danneggiano la fertilita`nell`uomo. Si affidi al suo specialista e vedra`che sia l`intervento che il post saranno privi di dolorabilita`edi un veloce recupero (qualche settimana).

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
come correttamente le diceva il collega Maretti, il varicocele è una patologia molto frequente. Non necessariamente si associa a sub-fertilità. Quindi non si fasci la testa prima di romperla. Segua con serenità i consigli dello specialista che ha consultato.
L'esame più importante che deve programmare è, ovviamente , un esame del liquido seminale.
Se va all'indirizzo www.ambulatoriodiandrologia.it troverà una piccola monografia proprio sul varicocele che penso le sarà utile per conoscree meglio il problema.
Ci tenga ggiornati.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
Salve a tutti, ho fatto lo spermiogramma e vorrei una vostra cortese opinione. Ecco i risultati

SPERMIOGRAMMA
Volume: 2,5 ml
Viscosità: normale
PH: 8,0
Aspetto: torbido
Spermatozoi: 65.000/mmc
Motilità: 70%
Morfologia regolare: 60%
Leucociti: alcuni
Eritrociti: assenti
Altre cellule: assenti
Dopo 1 h vivacemente mobilit: 60%
Dopo 3 h vivacemente mobili: 55%
Dopo 6 h vivacemente mobili: 35%
Dopo 9 h vivacemente mobili: /
Dopo 9 h vivacemente mobili: oligozoospermia

Vi ringrazio in anticipo... per favore un'opinione sincera! :)
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
L'esame che ci propone e' privo di attendibilita' poiche' non segue i criteri dell'Organismo Mondiale della Sanita' e poiche' non e' confrontabile va ripetuto in un centro dedicato a problematice riprodduttive che segua i criteri WHO 2010.

Lo ripeta con quattro giorni di astinenza e cc faccia sapere.

Ancora cordialita'
[#5] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
Salve a tutti.
Grazie dottor Maretti, ripeterò lo spermiogramma.

Intanto volevo sottoporvi un altro quesito

Ho fatto un sacco di esami del sangue. I valori sono più o meno tutti nella norma, tranne quello dell'ESTRADIOLO 17-BETA. I valori normali si aggirano tra i 20 e gli 80 pg/ml mentre io presento un valore di 12, ampiamente sotto la norma.
Nonostante le mie insistenze, l'urologo/andrologo che mi ha in cura dice che è meglio che siano bassi in quanto si tratta di un ormone femminile, mentre io ho letto di effetti abbastanza gravi in cui, tralaltro, mi riconosco...

PER FAVORE siate sinceri e spiegatemi che cosa significa una deficienza di questo ormone, e PER FAVORE ditemi se esiste una cura ormonale in grado di ovviare al problema.

Grazie a tutti in anticipo.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

un 17 beta estradiolo su valori bassi isolato non ha alcun significato patologico, come già dettole dal suo andrologo.

Segua le sue indicazioni poi, se desidera avere informazioni più dettagliate su questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html .

Un cordiale saluto.
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Esattamente come dice il dr. Beretta, un Estradiolo così non ha alcun significato, non si spaventi per nulla e segua le indicazioni che già le abbiamo dato.

Ancora cordialità
[#8] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
Capisco. Se vi trascrivessi i risultati delle intere analisi del sangue, così da fare confronti con altri tipi di valori ormonali e non, vi sarebbe più utile? Non chiedo un consulto completo, anche la minima cosa mi è utile saperla.
Trascrivo solo le analisi relative agli ormoni

ESTRADIOLO 17-BETA: 12,00 pg/ml
FERRITINA: 22,30 ng/ml
FSH: 3,32 mUI/ml
FT3: 2,98 pg/ml
FT4: 0.95 pg/ml
LH: 4,22 mIU/ml
PROLATTINA: 15,33 ng/ml
TSH: 2,765 mUI/ml
TESTOSTERONE: 4,26 ng/ml

Ringrazio anticipatamente.

[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Tutto nella norma
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Confermo, con il collega Maretti, un quadro di sostanziale normalità.
[#11] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
Grazie ad entrambi i dottori.
Ma allora, anche se livelli bassi di estradiolo non hanno significato se isolati, a che cosa può essere dovuta questa carenza? Sinceramente essendo un valore fuori norma vorrei capire a che cosa può essere associato!

E poi, per ritornare al discorso dello spermiogramma, trovo anche un po' strano che il volume dell'eiaculato sia solo di 2.5 millilitri... tenendo conto che ho 22 anni e che ero in astinenza da 4 giorni, e che la quantità normale va dai 2 agli 8 millilitri.

Tutti i dottori da cui vado non fanno altro che dirmi che mi preoccupo per il nulla... voi che ne pensate?