Utente 191XXX
Buongiorno, vi scrivo in merito ad un problema che mi è sorto la scorsa settimana riguardante dei dolori all'altezza del costato sinistro.
7 giorni fa ho passato una giornata in un parco divertimenti , salendo naturalmente e ripetutamente sulle giostre. 2 giorni dopo mi son ritrovato con un forte dolore nella zona delle costole sinistre che non mi permetteva di inspirare profondamente.
Dopo una notte in bianco e una giornata di dolori, ho deciso di presentarmi al pronto soccorso.
Dopo l'esame del sangue , una radiografia al torace ed al fianco ed un elettrocardiogramma , tutti gli esiti erano negativi.
Secondo il dottore il tutto era causato da "lievi e ripetuti traumi" dati dalla giornata passata al parco divertimenti.
Mi ha quindi prescritto un antiinfiammatorio , il Vimovo in compresse 2 volte al giorno.
Dopo un'altra notte in bianco ,il dolore pian piano è migliorato e ad oggi non è più un dolore ma un fastidio. Da sabato però (2 giorni fa) mi è sorto un altro "problema": quando tossisco o starnutisco , c'è la presenza di sangue nel catarro.
Anticipo che non provo dolore nel tossire o nel starnutire , ma da cosa è data la presenza del sangue nel catarro ?
E' un qualcosa di preoccupante o è solamente una "piccola vena rotta" o qualcosa di simile???
In attesa di una vostra risposta , vi porgo i miei più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La presenza di sangue nel catarro (in presenza di una radiografia che non mostra alterazioni) farebbe pensare ad una provenienza dalle alte vie aeree o dal faringe causata da sforzo. Nel caso però di persistenza del problema sarà utile consultare il curante .