Utente 174XXX
genti. dott. le vorrei chiedere se può spiegarmi cosa vuol dire una diagnosi di alcuni esami effettuati recente mente. grazie in anticipo. ecocardio:ventricolo sinistro di normale dimensione endocavitarie con ipertrofia concentrica di grado lieve e normale funzione sistolica globale. presenza di falso tendine setto anteriore pattern diastolico di tipo monofasico.estasia della radice aortica dell'aorta ascendente e dell' arco aortico. atrio sin ingrandito sclerosi dell' apparato valvolare aortico che determina insufficienza di grado lieve moderato .insufficienza tricuspidale di grado lieve medio. esame mono bidimensionale artio sn 48_ vsx dtd 51 aorta 49 vsx dts 33 siv 13 vsx pp12 ef teich 59% fs35 % aorta ascendente 48 massa vs dever 225 spessore relativo di parete 0,49 im color 2+ cinesi distre. basa medio apice tutti 1 wms 16 wmsi 1,00 altri valori poco valutabili causa scompenso cardo ,proposto, appuntamento per cardioversione . tac con contrasto e no valori18/06/2012 la radice aortica risulta mal valutabile presenza numerosi artefatti da movimento cardiaco l'aorta ascendente presenta un dm di 43x 47 nel tratto prossimale sostituito ( ricostruzione nell' 1992 ). nell' tratto distale presenza di aneurisma dell' aorta prossimalmente all' emergenza dell' arteria anonima con dtm di 49 mm . arco aortico prossimale aneurismatico con un 50mm . tratto distale all' origine dell'arteria carotide interna sn presenta un dtm 35x32. discendente 28 x 28 mm. ultimo holter effettuato o in data 13/03/2012 fibrillazione atriale per l'intera durata regi. alla frequenza ventricolare medi 94 bpm minima 56 bpm massima 198 bpm) una pausa notturna di 2.59 sec il 22/05 /12 visita card. fibrillazione atriale parossistica con risposta ventricolare rapida 123 ritardo ventricolare sn superiore eas transizione tardiva. comunque 1992 intervento endoprotesi aorta ascendente. sindrome di sjogren . gentile dott la prego mi dica la verità sono prossimo ad un nuovo intervento nella vita sono a rischio ? nessuno mi spiega in che condizioni sono . guardi cosa può' dirmi .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' un quadro abbastanza complesso, il suo...se ha già effettuato anni fà un intervento chirurgico sicuramente ha poi effettuato controlli cardiologici nel tempo...focalizzarei l'attenzione in maniera particolare sull'ectasia dell'aorta poichè 49 mmm sono un valore che non permette una tranquillità assoluta. Occorre però capire se il valore è rimasto stabile nel tempo, se coinvolge o meno la presenza della protesi e se si è modificato nel tempo quanto rapidamente....C'è poi il problema delle valvole incontinenti, aortica compresa, che viene amplificato dalla presenza della fibrillazione atriale ...la cardioversione elettrica ha lo scopo di riportare il ritmo alla norma, ma và eseguita in adeguata anticoagulazione (l?INR cioè deve essere > 2) e previo ECO transesofageo per escludere trombi in atrio (precisamente in auricola sx), ma questo tipo di procedura non assicura che il ritmo normale ristabilito venga mantenuto nel tempo e per questo dovrà eseguire una terapia antiaritmica adeguata...
Lei deve essere comunque seguito in maniera ottimale dal suo cardiologo di fiducia...
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
genti. dott. la ringrazio della sua precedente risposta . Oggi 30 /7 / sono stato sottoposto ad una visita approfondita per valutare il bisogno di essere sottoposto a cardioversione. in sintesi, no perché non risolvere nulla in quanto questa fibrillazione e cronica, mi è stata cambiata , la terapia, a settembre nuovo holter , esame obietivo: azione cardiaca aritmica . toni parafonici . pause apparentemente libere da rumori di significato patologico mv fisiologico . assenza di segni di stasi centrale e periferica. pressione arteriosa 130 / 90 . ECG fibrillazione atriale a fcm 88 bpm EAS . TERAPIA : SELOKEN 100 1%2 CPR X 2 AL DI TRIATEK HCT 5/25 MG LA MATTINA COUMADIN5 mg sec inr iperten 20 mg 1 compressa il pomeriggio lasix 2( da tre 5 mg ,( lasix dietro mia richiesta ) , senza difficoltà ad urinare .ritenzione liquidi, da tre anni , turp ora prostata ingrossato esami ematologico , psa sotto la norma ? . in sintesi , dalla vecchia terapia cambia . eliminazione almarytm, seloken al posto del seles beta, quello che mi domando , 88 battiti al minuto non sono cosi tanti, a confronto dei 180 che mi ha trovato quando mi fece ecocardio ,io sono curioso guardando il grafico del elettrocardio . noto che vi sono tre battiti pausa di un battito due battiti pausa di uno e cosi via,3/ 2/ 3/ 2/ .........questa e da considerare fibrill, cosa mi dice ora mi e stato consigliato di sentire il mio cardiochirurgo , grazie. volevo ( solo curiosità ) chiedere come cardiologo in un certificato di valutazione stadiazione . mi col locherebbe ?