Utente 261XXX
Buongiorno,
ho problemi alle gambe. lo scorso anno soffrivo raramente di pesantezza e a livello "estetico" accusavo poca tonicità e qualche forellino da cellulite durante la posizione seduta. in un anno la situazione è crollata.Quest'anno,soprattutto dall'estate,ho tutti i giorni pesantezza alle gambe, dolori se qualcuno mi afferra o mi tocca in alcuni punti e la cellulite è decisamente aumentata, sui gluitei cosce e posteriore gamba. si notano molti buchi e in posizione eretta sono molto evidenti, se pratico un massaggio con una crema idratante anche la parte anteriore delle gambe (se pizzicata) evidenzia buchi.non capisco come in un anno possa essere peggiorato in questo modo. il dermatologo (non vedendo le mie gambe) mi ha consigliato sport per un anno e fortilase cell compresse. come posso curare la mia salute? la circolazione non è buona (spesso la notte mi si addormentano le gambe) e come posso migliorare o bloccare questo decadimento che in poco tempo mi sta demoralizzando a livello di salute e psicologicamente? mi sono spaventata nel vedere le mie gambe che quest'anno sembrano ad un livello di cellulite pari al 3 livello.Potreste consigliarmi dei rimedi per migliorare la circolazione e risolvere questo problema di salute?cure, farmaci, massaggi, sport, acqua. è anche possibile esteticamete fare qualcosa o devo rassegnarmi a vedermi le gambe rovinate? mi interessa la mia salute ma mi sono spaventata nel guardarmi allo specchio...non posso credere che in un anno sono passata da poco tonica a cellulite elevata.
consigliatemi per favore, anche a livello psicologico ho difficoltà ad accettare questa cosa, non ho avuto il tempo ad "abituarmi" a vedere comparire questi inestetismi.
Grazie, di cuore
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

prima di affrontare l'aspetto estetico delle Sue gambe andrebbe fatta una valutazione del circolo venoso rivolgendosi, in prima battuta, allo specialista angiologo.

Solo successivamente potrà essere preso in considerazione l'inestetismo.

Se lo riterrà opportuno, ci aggiorni pure.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Riccardo Giordano
24% attività
8% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
all'origine della pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica (la cosiddetta "cellulite") spesso è presente un'alterazione del microcircolo. Si rivolga ad uno specialista angiologo che saprà sicuramente valutare la sua situazione e le terapie più idonee.Tenga in ogni caso presente che esistono, nell'ambito della medicina estetica, degli strumenti adeguati per migliorare situazioni simili a quelle da lei descritte. Resto comunque a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti ed aggiornamenti sulla sua situazione.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr.ssa Katia Memoli
20% attività
0% attualità
4% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Gentile utente,
la Pefs (pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica) o cellulite,necessita di una buona valutazione anamnestica e di una visita medico estetica ,per valutare lo stadio in cui si trova e impostare un'adeguata strategia di trattamento.
Secondo la mia esperienza,lo stadio iniziale risponde molto bene a cicli di mesoterapia e carbossiterapia ,da effettuare esclusivamente da personale medico specializzato,che le saprà indicare anche una terapia domiciliare di supporto.
Resto a sua disposizione per ulteriori chiarimenti.
cordiali saluti

Dr.ssa Katia Memoli
www.mediciestetici.eu
katia.memoli@libero.it