Utente 232XXX
Salve, ho 46 anni e da circa 2 anni ho problemi ad ottenere un'erezione completa, e anche quando ci riesco non è persistente.
Diciamo che normalmente in fase di eccitazione raggiungo più o meno l' 80% dell'erezione piena, ma basta un niente per ridurla ancora di più.
L'erezione completa non è esclusa, ma è rara e non autosufficiente.
Sono sessualmente eccitabile, ma le sensazioni sono più generalizzate in tutto il corpo, mentre è diminuita la mia genitalità.
C'è anche una lieve riduzione dei testicoli. Tale ipogonadismo mi sembra una conseguenza di uno strano fenomeno di ipergonadismo avvenuto 3 anni fa, con aumento anomalo sia dei testicoli che dell'eiaculato. Passato l'episodio e "sgonfiata" la faccenda, è come se i testicoli si fossero ritirati a vita privata (li ho sempre avuti retrattili, ma adesso lo sono di più). Forse questo collegamento è solo una mia congettura (chiedo a voi un parere).
Aggiungo al quadro clinico la presenza di eiaculato frequentemente giallo molto scuro e denso, come sperma molto vecchio, anche se invece non lo è.
Inoltre, da anni, alla palpazione avverto un lieve dolorino nella parte inferiore del testicolo sinistro - nessuna ciste, solo un punto dolente, probabile conseguenza di un piccolo trauma subito da ragazzo.
Termino dicendo che da 4 anni assumo regolarmente un antidepressivo dopaminergico (uno dei pochi - così mi è stato detto - che non penalizzano l'attività sessuale) e benzodiazepine, ma a dosi minime, e quindi non dovrebbero influire più di tanto.

Per riassumere: 46 anni, da 4 anni assunzione di blandi psicofarmaci.
Da 2-3 anni erezione solitamente incompleta e non duratura.
Da circa 1 anno sperma solitamente molto scuro e denso.
Da anni, presenza di un punto dolente al testicolo sinistro.
Ipogonadismo (soprattutto al sx).
Testicoli retrattili.

Ringrazio in anticipo gli specialisti che risponderanno al mio quesito.
[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
28% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
Gentile lettore, il deficit erettile è la conseguenza di un errato stile di vita (fumo,sedentarietá, obesità, ecc) o di patologie croniche come il diabete , ipertensione , dislipemie ecc ecc. Al fine di inquadrare correttamente il suo problema le consiglio di eseguire una visita andrologica ,infatti solo dopo gli esami e l'esame obbiettivo si potrà porre una diagnosi e provvedere alla terapia . Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 232XXX

Iscritto dal 2011
Aggiungo nuovi risvolti:
Ho fatto gli esami del sangue e tutto è nella norma. Il testosterone è un po' sotto la media, ma avendo 46 anni...
Comunque a una visita medica generica mi è stata diagnosticata epididimite. Il medico mi ha prescritto un antiinfiammatorio.
Mi è stato detto che la colorazione scura dello sperma potrebbe essere anche indice di qualche affezione della prostata.
Sommando col quadro precedente: epididimite, probabile affezione della prostata, ipogonadismo, sperma scuro e disfunzioni erettili.
Vorrei un appuntamento con un urologo-andrologo in Firenze, ma la stragrande maggioranza degli specialisti o sono andrologi o sono urologi.
Se qualcuno può darmi qualche consiglio al riguardo...