Utente 608XXX
Salve, vivo a Roma e sono la mamma di un ragazzo di 14 anni appena compiuti e ho la sensazione, per non dire il terrore, che il suo pene non si stia accrescendo nel modo giusto. Vorrei sapere, SE fosse vero, se sarà possibile in qualche modo recuperare la situazione, perchè per me sta diventando veramente motivo di ansia e preoccupazione. Spero che mi legga il Dott Martino, che seguo sempre con molta attenzione e per cui nutro moltissima stima (non me ne vogliano i colleghi)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
cara signora,
aspetti la risposta del dottor Martino.
Nel frattempo le posso dire che, prima del completamento dello sviluppo puberale ( adolescenza) è possibile fare qualcosa, anche di sostanziale, per cercare di modificare lo sviluppo genitale
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 608XXX

Iscritto dal 2008
Innanzitutto grazie per la rapidità della risposta e ancora più grazie perchè già leggere che eventualmente qualcosa è possibile fare mi solleva non poco.
Forse dovrei essere più precisa e dare qualche indicazione, ma non so da dove cominciare...Fornire misure mi è ovviamente impossibile
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara Signora ,
concordando in pieno con le osservazioni fatte dal collega Pozza , le consiglierei di non perdere altro tempo ed eventualmente convicere suo figlio ad un controllo andrologico. E' la sua l'età giusta per una attenta e puntuale valutazione specialistica. Come dico spesso su questo sito, vista anche l'età di suo figlio, approfitti di questo problema per fargli conoscere finalmente il suo andrologo di fiducia.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 608XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per l'interessamento!
E' assurdo però quante notizie poco coerenti sia possibile trovare su internet...molta della mia paura è nata proprio leggendo cose molto discordanti che mi hanno provocato una forte confusione e conseguentemente un odioso senso di ansia.
Leggendo anche su questo sito, mi sono accorta poi che molti ragazzi grandicelli e anche giovani uomini si trovano "da grandi" ad affrontare problemi di cui forse avrebbero dovuto farsi carico i genitori qualche tempo prima...bisognerebbe favorire una cultura più aperta rispetto a queste problematiche
...Se posso, una domanda: cosa intende il Dott. Pozza con "qualcosa di sostanziale"?
[#5] dopo  
Utente 608XXX

Iscritto dal 2008
Salve, allora oggi mi sono fatta coraggio e tramite alcune conoscenze sono riuscita a portare mio figlio a visitarsi, presso il Bambin Gesù.
Tutti i miei dubbi sono stati fugati, insomma a soffrire di sindrome da spogliatoio per farla breve...sono io!
E' tutto a posto, deve solo dimagrire un pò ed io mi sento veramente sollevata.
Ringrazio moltissimo tutti i medici che mi hanno considerata e anche l'utente che mi ha scritto, al quale vorrei dire che la vita è bella e che il problema che mi ha esposto non è, a mio parere, così grave...(io pensavo a misure ben più tragiche!) e che gli auguro di trovare presto l'amore con la A maiuscola
Grazie per tutto, arrivederci, continuerò a leggervi con piacere su questo sito che è utilissimo.
A presto
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
una valutazione in diretta è sempre decisiva per capire veramente un problema clinico , soprattutto di tipo "anatomico".
Ancora un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com