Utente 263XXX
Buongiorno,
Da alcuni mesi avverto un dolore intenso al testicolo e all'inguine sinistro quando cammino a lungo. Se resto seduto o cammino poco non si presenta. L'ecografia ha evidenziato un varicocele ma il medico mi ha detto che il varicocele, in genere, non dà dolori così forti e ha suggerito che possa trattarsi di una pubalgia. Io non sono molto convinto. E' vero che il dolore si presenta solo dopo una sollecitazione motoria, però mi pare che la situazione peggiori nelle ore seguenti ad una eiaculazione, mentre tende a presentarsi meno intensemente nei periodi in cui non ho attività sessuale. Inoltre ho notato che se uso slip più aderenti che tengono i testicoli più vicini all'addome il dolore arriva prima. Anche la stagione calda ha peggiorato le cose. E' come se qualcosa che dall'inguine va al testicolo si infiammasse col camminare. Che esami posso fare per capire cosa ho davvero? Così non posso più andare avanti. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
I dolori inguino-scrotali sono spesso di interpretazione molto raffinata, potendo essere in relazione a nevralgie, ernie inguino-crurali, patologie genitali ecc. I rapporti tra la comparsa del dolore e l'attività motoria non possono essere ignorati (vedi ipotesi mialgia), tuttavia è molto interessante il fatto che vi sia una relazione con l'attività sessuale. La prima cosa da fare, nel sospetto di una flogosi, è una batteria di accertamenti colturali su sperma e secrezione uretrale per verificare l'eventuale presenza di una infezione. Rimane fondamentale una puntuale raccolta anamnestica del dolore unitamente ad una accurata visita da parte di un professionista andro-urologo che sappia orientarsi a 360 gradi nel campo dei dolori inguinali. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni già date dal collega Conti, che mi ha preceduto, se poi desidera avere altre notizie su eventuali problematiche di natura andrologica che interessano i testicoli, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html .

Qui potrà trovare anche tutte le raccomandazioni, su come fare correttamente l'autopalpazione del testicolo.

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Grazie. E' stata esclusa la presenza di ernie e il medico ha definito i testicoli regolari e nella norma (a parte questo varicocele che probabilmente ho da anni). Tuttavia non ho una risposta definitiva che spieghi il dolore.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

in alcuni casi anche un varicocele può scatenare una sintomatologia dolorosa.

Risenta, senza furie e ansie inutili ancora una volta il suo andrologo od urologo.

Nel frattempo, se desidera avere informazioni più dettagliate su questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html .

Un cordiale saluto.