Utente 159XXX
Salve, non so di preciso dove postare questa richiesta, se mi suggerite una sezione più appropriata posterò là.

Ieri sera stavo andando a letto, quando all'improvviso ho sentito una fitta sul lato interno del piede, sotto all'osso della caviglia, molto dolorosa e persistente, acceso la luce ho visto che c'era una bestiaccia nera attaccata che non voleva mollare.
Mio moroso è riuscito a staccarla, anche se non subito.
Faceva molto male, ci ho messo sopra del ghiaccio e del foille (da foglietto è indicato anche per le punture di insetto) ma pensavo che sarebbe finita lì. Sta mattina glie ne ho dato un'altra spalmata. Dolorante, sì ma non come la sera.
Oggi sono stata molto ferma, ma verso metà mattina ho dovuto camminare, e ho notato che il dolore era nuovamente aumentato, e mi sono accorta che sopra, in zona caviglia, si è gonfiato tutto. Non sul beccone, più su, sulla caviglia!
Le farmacie tutte intorno a me sono chiuse e sono a piedi, ho provato a cercarne una aperta ma è stato doloroso e la caviglia si è gonfiata di più.
Mio moroso dice che aveva le ali, e questo esclude lo scorpione, io ho visto solo qualcosa di nero, o comunque piuttosto scuro.
Che devo fare? fa davvero male, molto più di una puntura di ape o di vespa.

EDIT: devo aggiungere che il dolore sembra irradiarsi fino al tallone... che mi sembra non c'entri molto... e ho l'impressione di un lieve formicolio sul piede, ma potrebbe dipendere dalla posizione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Anche se si tratta di una puntura locale questo e' un caso che, vista l'insorgenza incidentale, puo' essere trattato dal Pronto Soccorso. E' molto probabile che la caviglia si sia gonfiata in reazione al "morso" del piccolo animale: una terapia adeguata dovrebbe limitare il problema in pochi giorni.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
Grazie della risposta.
La caviglia era gonfia come un melone e non riuscivo più a camminare. Per fortuna avevo delle stampelle a casa...
Alla fine sono andata in pronto soccorso, ma onestamente mi aspettavo qualcosa di più, soprattutto considerando che ho pagato per una visita che sommaria è dire poco.
Mi hanno dato una pomata cortisonica e una fasciatura, ma sembrava che non facesse niente, quindi mi sono informata un pò su internet e ho iniziato a prendere l'aspirina e abbinarla a Hemovasal per far defluire via il gonfiore, e nel giro di una notte si è sgonfiata della metà.
Ho avuto un paio di episodi di febbre alta e diarrea. Poi una sera all'improvviso ha ripreso a gonfiarsi a vista d'occhio... e giù di pomata.
Ora è praticamente sgonfia, a parte un piccolo accumulo di liquidi sul dorso del piede vicino alle dita (comunque lontano dai 4 becconi che ho contato alla fine). Ho recuperato quasi del tutto la funzionalità dell'articolazione.
Ho alcuni episodi di prurito terribilissimo, e quando succedono ci metto sopra la pomata al cortisone, perchè mi prude tutto il piede.
Penso che continuerò con la pomata al cortisone finchè il prurito nn sparirà del tutto... mentre l'aspirina eviterò di prenderla perchè ora ho un bruciore di stomaco piuttosto fastidioso.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si ricordi che l'aspirina, nel caso, va presa sempre a stomaco pieno. Inoltre per il prurito locale spesso piu' che il cortisone e' indicata una pomata antistaminica, ma per utilizzarla dovrebbe avere prima l'ok dal suo Medico Curante.
Cordiali saluti