Utente 266XXX
Gentile dottore consulente.
Ho riscontrato una difficoltà di scorrimento del prepuzio in fase di erezione a fine Luglio. Inizialmente pensavo che fosse un fenomeno di escoraziane del glande. Successivamente ho capito che si trattava di un indurimento del tessuto prepuziale che riduceva la facoltà di scorrere agevolmente il glande, in fase di erezione. Dopo ricerche su internet ho capito che si trattava di una patologia riconducibile alla "fimosi", seppur di natura lieve, in quanto non serrata e con agevole scorrimento del prepuzio in condizioni normali.
Mi chiedo se il mio caso può essere trattato con terapia non chirurgica, non mi sentirei a mio agio in condizioni di circoncisione. Quali sono le condizioni in cui è possibile ripristinare le normali condizioni cutanee con terapia non chirurgica (creme,saponi , ginnastica prepuziale)? A cosa può essere dovuta la mia fimosi visto che è risultata improvvisa ed inaspettata? In precedenza ho solo avuto fenomeni di desquamazione del glande, che risolvevo con un accurato igiene intimo personale. Ho un lieve arrossamento alla base del glande, che forse incautamente ho considerato una condizione fisioloogica naturale, non avendomi mai procurato fastidio.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro utente,senza poter vedere di persona,a nasa,penserei ad una balanopostite,infiammazione dei prepuzio/glande,la cui natura va
diagnosticata con una visita specialistica ed un esame batteriologico del secreto balanico.La Sua partner ha recentemente sofferto di vaginiti ?In famiglia vi sono diabetici?Si controlla la glicemia?Non credo che debba ricorrere ad una terapia chirurgica.Ne parli con un andrologo reale.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
In famiglia vi sono diabetici, non controllo la glicemia perchè no ho avuto problemi di salute in precedenza, ma a ben vedere la mia dieta non è molto equilibrata. Mi chiedevo se in caso di infezione batteriologica, invece, la stessa poteva essere stata causata dal cambiamento dell'abituale luogo di residenza, magari dovuto all'utilizzo di servizi igienici con persone affette da vaginiti, attualmente infatti conduco una vita molto sobria. Mi scusi ma cosa è il secreto balanico? Una Balanopostite non è un forte arrossamento del glande che provoca bruciore (non presento questi sintomi) ?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...è necessario porre una diagnosi batteriologica per evidenziare la presenza di infiammazioni mucose e/o cutanee del prepuzio/glande.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
Salve dottore, la ringrazio per la sua premura.
In attesa della visita andrologica, ho apllicato una crema alla calendula, operando mollti lavaggi per lenire la densità.. ho riscontrato un immediato senso di benessere.
Ovviamente un miglioramento della scorrevolezza.
Mi chiedevo se non fosse più indicata una visita dermatologica venerea.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...può tranquillamente consultare un dermatologo,purchè sia reale e non virtuale.Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2012
salve dottore, recandomi dal mio medico di base non sembrava molto pratico del caso,
mi avrebbe prenotato una visita specialistica della quale sono ancora in attesa..(2 mesi ormai)
Nel frattempo la situazione sembra stazionaria.. ho solo notato che la il prepuzio sembra un po più "grasso" e di colore più bianco rispetto al rosa..
ha una pomata da suggerirmi rispetto a quella omeopatica che usavo?
cosa può essere questo chiarore nella parte finale del prepuzio ? candida?
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...in attesa della diagnosi,è preferibile non fare terapie.Cordialità.