Utente 105XXX
salve volevo sottoporvi il mio caso....come da titolo mi è stato diagnosticato uno shunt dx-sx di media entità visto con ecodoppler trancranico dopo un ricovero al ps per piccolo ictus,visto attraverso rm.giovedì andrò a fare un ecocardio transesofageo;mi hanno detto per stabilire la sua posizione e confermare,mi hanno detto che deve essere operato perchè comunque è di media entità,ho letto che è possibile anche non operarlo se fosse di piccola entità.....la mia domanda è perchè altro esame se sappiamo già in partenza che è da operare?visto che sono agonista e l'ictus mi è venuto a riposo io comunque finchè non chiudo il buco sono a rischio e comunque non posso praticare attività sportiva neanche blanda?secondo voi che tempistica può esserci per operare in ospedale pubblico? visto che vorrei correre e quindi vorrei fare prima possibile l'intervento....dopo l'esame mi consigliate una clinica privata?

grazie
ps devo prendere cardiospirina

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
L'eco transesofageo le verrà praticato per stabilire se è possibile procedere alla chiusura del difetto per via percutanea con il famoso "ombrellino" (come è stato fatto a Cassano per intenderci) o se è necessario eseguire una chiusura con un patch con tecnica chirurgica classica (a "cuore aperto").
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
grazie dottore rillo,ma volevo chiedere se secondo lei dal pubblico mi devo aspettare tempi lunghi per l'operazione visto che il 5 ottobre causa l'ischemia(piccolia) avro' anche l'ultima visita neurologica;perchè io andrei anche per via privata...io so che lo devo fare quindi prima lo faccio meglio è anche per la mia attività agonistica...cosa dice????(ricoverarto presso ospedale di rimini)
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Di questo deve parlarne con i colleghi che la stanno seguendo per il suo problema, non con me. Francamente non so che dirle.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
salve dottore oggi ho fatto ecocardio tranesofageo....i risultati''radice aortica e valvola ecc...tutto nella norma,invece setto interatriale non aneurismatico con pervità del forame ovale di grado medio.durante la manovra di valsava e concomitante infusione di soluzione fisiologica agitata si rileva il passaggio di 10 microbolle in atrio sx.''
Parlando con il cardiologo che mi ha effettuato l'esame mi ha detto che probabilmente non necessito di intervento chirurgico(ombrello o altro) ma di assumere la cardio spirina.....cmq ne avremmo discusso(con un altro cardiologo di bologna) martedì dopo una visita di ambulatorio.Siccome come da mia natura sono molto impaziente volevo un suo parere senza alcun impegno deontologico,un semplice suo parere.visto la mia attività di ultramaratona(ovviamente ora stop) è possibile fare gare di resistenza senza ''chiudere il buco''prendedo solo cardiospirina,sono agonista amatoriale ma ci tengo alla mia passione mi fà stare bene correre,io non ho paura di interventi voglio solo correre.

grazie per la sua disponibilità
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, poichè lei riferisce di aver già avuto un piccolo ictus, a mio giudizio occorre trattare il problema in maniera radicale. Le dimensioni contenute del forame pervio e l'assenza di aneurisma depongono per la possibile chiusura percutanea, e non per l'intervento chirurgico classico. Questa è la mia opinione,ma forse è il caso di parlarne con un emodinamista, che rappresenta la figura specialistica deputata a questo tipo di trattamento.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
grazie dottore averli medici che ti spiegano come lei....martedì provvederò a dire la mia opinione che forse è quella più importante visto che la vita è la mia.secondo lei servono altri esami??????inoltre nell'attesa dell'eventuale intervento prendendo sempre la cardiospirina(e ovviamente dopo il consulto di martedì) è possibile fare attività di corsa senza particolari km alti e frequenze cardiache basse'????.....io tra l'altro ho fatto anche gare di 100 km a piedi senza avere affaticamenti fisici,mentre l'ischemia mi è venuta a riposo.


ps.questa mattina il cardiologo(non quello di riferimento) che mi ha esaminato alla domanda intervento si o no secondo lei no perchè l'ombrello sembra non essere efficace abbastanza da rischiare anche se si tratta di un piccolo intervento quindi lei a favore della cardiospirina.ma è possibile fare attività agonistica prendendo a vita cardiospirina????come può essere che con eco transcranico valsalsa era tra 10 e 25(19/30 sec) e con transesofageo valsalva 10 microbolle,si parla di stessi parametri????

grazie ancora
[#7] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
L'ischemia che lei ha avuto è secondaria al problema cardiaco e non viene influenzata dall'attività fisica. In questi termini può assumere la cardioapsirina e fare l'attività fisica. Il problema è che l'aspirina non la protegge completamente da un eventuale nuovo episodio ischemico. Non è assolutamente vero che l'ombrellino non è efficace. Prima o al momento della procedura verrà sottoposto a terapia antibiotica che viene protratta nelle 48 ore successive all'impianto della protesi. Il paziente viene quindi dimesso il giorno seguente dopo controllo ecocardiografico transtoracico e con aspirina o ticlopidina o clopidoglel da protrarsi per 6 mesi soltanto.In ogni caso il tutto non influenzerà la possibilità di fare attività fisica (esperienza Cassano docet...). La cosa più importante per lei è essere protetto nei riguardi di un nuovo ictus, o no.....Il consiglio che le do è sempre e comunque di rivolgersi a un emodinamista, che è la figura preposta per eseguire l'intervento in questione.
Cordiali saluti e in bocca al lupo
[#8] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
grazie ancora dottore faro' come dice rinnovo ancora la mia gratitudine per la sua disponibilità questi sono i dottori di cui l'italia ha bisogno....appena avrò delle nuove le farò sapere.
[#9] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
salve dottore la aggiornavo di ultime.....dopo l'ultima visita con il primario di medicina d'urgenza abbiamo chiuso la ''pratica'' ischemia,dovuto come sapevamo dallo shunt...ora la parola passa alla cardiologia;il medico ha chiamato davanti me il cardiologo della struttura e dopo aver esposto che io volevo fare l'intervento,lui gli risponde che il nuovo protocollo dice che io potrei anche andare avanti con la cardiospirina,e cmq avvrebbe parlato con il primario di cardiochirurgia....io da quello che mi è stato detto tra i denti che probabilmente allo stato conviene sbolognarmi con una cardio spirina invece che fare un intervento,perchè le statistiche dicono che la medicina è efficace....mai io mi chiedo la statistica prende in esame anche gente sportiva o solo gente che sta sul divano?so che non me lo prescrive nessuno di fare sport ma come si può pubblicizzare una vita sana e sportiva poi non ti fanno gl'interventi?io cmq ho anticipato il tutto chiedendo per lunedì una visita a pagamento con tale primario per fagli capire quello che faccio agonisticamente.
per ora mi è stato detto sempre tra i denti che probabilmente è meglio che vado privatamente....per me non è un problema economico ma mi devono dire che per fare le ultra maratone basta anche la cardiospirina....perchè è quello che voglio tornare a fare....non mi bastano i 10 chilometrucci.

da ieri mi è sorto una piccola raucedice e tipo bolo in gola;non mi sembra mal di gola a me sembra qualcosa legato a reflusso esofageo....in passato ho già sofferto di ernia iatale diagnosticata anche con gastroscopia....può essere la cardiospirina????grazie il precedente episodio e allo sport,sono un salutista anche alimentarmente.
grazie ancora
[#10] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non posso esserle personalmente di ulteriore aiuto, ma credo che il mio pensiero l'ho espresso chiaramente e altrettanto chiaro è stato il consiglio di interpellare un emodinamista, cioè uno specialista interventista, non un cardiologo clinico (primario o non). Per i disturbi gastrici potrebbe esserci una relazionbe con la cardiospirina.
Saluti
[#11] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Causa l'attesa dell'intervento ho avuto qualche attacco di ansia e siccome molti anni fa' ho sofferto di attacchi di panico/ansia ora tornando del mio psichiatra abbiamo convenuto di usare un po' di en per calmarmi.....può dare fastidio all'intervento?


Ps prendevo xanas e lo,usato per anni può essere che poi un prodotto perda la sua efficacia e nel mio caso siamo passati anni dall'ultima volta che lo prendevo.....infatti per calmarmi da questo episodio dovevo usare dosaggi molto più elevati.....quindi si è convenuto di cambiare il farmaco può essere?????
[#12] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Certo..è proprio così. L'uso non consono dei tranquillanti minori comporta 2 fenomeni: 1) l'assuefazione che richiede un aumento progressivo dei dosaggi per ottenere la stessa risposta che inizialmente si ottiene a dosaggi piùbassi 2) la dipendenza fisica per la uqale non si riesce più a fare a meno del tranquillante. Per evitare queste due importanticonseguenze i tranquillanti vanno assunti solo in caso di reale necessità e solo per brevi periodi (magari a cicli), ma non di continuo e per anni. La terapia con tranquillanti minori comunque non interferisce con l'intervento.
Saluti
[#13] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
ora chiedo un intervento di un psicriatra ma volevo sapere se la nuova terapia datami di 2 mg di en 3/4 volte al die non è un dose alta per terermi calmo da mio stato di paura/ansia verso l'intervento.....per ora l'ansia è sotto controllo ma mi sembro ''ubriaco'' lo so che è l'effetto della nuova molecola.l'intervento sarà lunedì.
[#14] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi questo non deve chiederlo a me, che sono un cardiologo, ma al collega neurologo che glielo ha prescritto...
[#15] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore rillo oggi ho fatto un ecocolordoppler cardiaco per il controllo generale.....dal punto di vista pfo tutto ok ma mi è' stata riscontrata una lieve insufficienza aortica....non riscontrata prima (subito dopo l'intervento con lo stesso esame)ho parlato con il chirurgo che mi ha fatto l'intervento dicendomi che non mi devo preoccupare e continuare a fare quello che faccio.....inoltre mi ha chiesto se il secondo esame era stato fatto con lo stesso macchinario.....perché' ci possono essere dei falsi negativi?ovviamente oggi non ho fatto l'esame nello stesso posto dove ho fatto l'intervento....anche il medico di base mi ha detto la stessa cosa.....inoltre ho letto riguardo una voce sulla qualità del l'esame e diceva qualità scarsa....per farlo non a pagamento sono andato in un ospedale diciamo di montagna.



Salve dottore
[#16] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
I colleghi hanno ragione... potrebbe non essere affidabile il risultato che riguarda l'insufficienza aortica (che comunque da quanto riferisce è lieve e quindi non preoccupante)...
Saluti
[#17] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore rillo sempre molto disponibile se non ci sono altre cose le faccio gli auguri di buon natale e felice anno nuovo a lei e famiglia
[#18] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Ringrazio e ricambio gli auguri di buone feste
[#19] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore la contatto per chiedere una delucidazione....io per il dopo intervento prendo la cardiospirina e plavix 75 mg.....avendo ricominciato a correre e non avendo ancora un decente allenamento ho notato che faccio molto più fatica di prima.....Le chiedevo se è' vero che i due farmaci insieme diminuiscono la circolazione di ossigeno ai muscoli essendo "il sangue più liquido".....???

Cordiali saluti
[#20] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore rillo la ricontato perché oggi ho fatto l'ultimo esame dopo l'intervento di chiusura pfo....tutto ok la chiusura e' avvenuta.siccome secondo prescrizione dopo intervento devo prendere per un anno cardio spirina e' possibile dopo sei mesi dall'intervento,e tutto e' appostò potrei anche sospendere la cardio spirina? Comunque contatterò anche lo specialista però mi piaceva avere un suo parere.
[#21] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' bene che continui l'assunzione della cardioaspirina per il tempo prescritto.
Saluti
[#22] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore dopo un anno tutto ok anche per quando riguarda l'agonismo....le volevo chiedere una parere,mi è stato scritto che a distanza di un anno devo fare un eco tt di controllo ma il mio medico ha messo un transcranico invece di toracico....può essere che il transcranico e' meglio e più attendibile???gia quello di 6 mesi era apposto ma per procedura mi hanno scritto che dopo un anno devo fare il toracico....che fare????
[#23] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Con l'ECO transcranico si valuta la pervietà del forame ovale e l'entità di eventuali shunt (attualmente il FO dovrebbe essere chiuso), mentre con l'ECO tt si valutano meno bene eventuali shunt e meglio la struttura e la funzione del cuore. La scelta dipende dagli obiettivi che il collega che glielo ha consigliato si è posto.... E' a lui che deve rivolgersi per capire se è meglio fare l'uno o l'altro.
Saluti cordiali