Utente 213XXX
Buonasera egregi dottori,
scrivo per mio fratello, ragazzo di 30 anni. Tre anni fa, ha fatto un intervento per rimuovere una pallina molto dura (ha un nome specifico, cmq era una formazione che aveva fin da piccolo), localizzata sulla arcata inferiore a livello dei molari, era nell'osso e negli ultimi tempi gli creava dolore. Tutto bene, poi è stato anche analizzato, nessun problema, solo un po' di punti in bocca sulla gengiva. Non ha più avuto nessun problema, finche ultimamente ha iniziato a fare palestra in modo molto pesante, con grande sforzo fisico, 4 giorni a settimana x 1-2 ore. Durante gli esercizi ha stretto molto i denti a causa dello sforzo, e ha iniziato a soffrire di dolori all'articolazione della mandibola proprio dal lato dove è stato operato. Lui dice che non è dolore, ma una dolenzia, sente tirare e questa cosa dura in modo altalenante da qualche mese ormai. Inoltre quando muove l'articolazione, aprendo la bocca, da quel lato, c'è proprio un osso o nervo o non sappiamo, che sporge. Che può essere? Ultimamente gli era quasi passato questo fastidio, ma un massaggio(alla schiena/spalle) fatto da mani poco esperte ha fatto ricominciare di nuovo il fastidio. Al momento è all'estero e non può farsi visitare, quindi nel frattempo vorremmo sapere se questa situazione può essere legata all'intervento o allo sforzo in palestra, se magari potrebbe essere una infiammazione del trigemino. Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Auletta
28% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Potrebbe essere una sintomatologia per il fote stress da seramento dei mascellari,quindi Gli consiglio di ridurre gli sforzi esagerati e su suggerimento di un medico dello sport utilizzare apparecchi intraorali per sportivi.
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
E' probabile che suo fratello sia bruxista.
La strategia di approccio può essere duplice: da una parte una gestione consapevole dello sforzo fisico, dall'altra delle strategie di protezione dei denti durante sforzo.

Un adeguato paradenti potrà, probabilmente, permettere l'identica attività agonistica senza conseguenze per i denti.

Sarà il suo dentista ad allestirglielo o un dentista che lo sappia realizzare.