Utente 270XXX
Buonasera. Ieri pomeriggio alle tre ho avuto un incidente stradale ( ero il conducente), uscendo fuori strada a causa di una collisione con un altro veicolo e sbattendo frontalmente contro un muro. Non ho riportato ematomi o lividi evidenti, non accuso dolori. Al pronto soccorso hanno controllato le possibilità di movimento del collo per escludere un colpo di frusta. Mi sento tutt'ora discretamente visto l'accaduto, ma in effetti l'impatto è avvenuto a 70 km/h per cui la decelerazione è stata piuttosto violenta, con conseguente distruzione del veicolo. Mi chiedevo, visto che purtroppo ho letto di alcuni casi negli anni trascorsi sui giornali, se è possibile e con quale probabilità che si verifichino emorragie interne o la presenza di ematomi a seguito del sinistro ( decelerazione da 70 km/h a 0 km/h) , per i quali ho letto di ragazzi che apparentemente erano in salute e sono deceduti alcune ore dopo. Vi ringrazio.
saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
È difficile pensare as emorragie interne. In teoria però traumi da decelerazione improvvisa possono causare effettivamente problemi agli organi interni specialmente a livello cardiaco. Il trauma a cui è stato sottoposto è certamente stato importante ,per cui senza nulla di urgente segnali al curante quanto accaduto.
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la tempestiva risposta. Al momento non sono nella mia città di residenza. Se aspetto per un consulto col mio curante 10 giorni circa è eccessivo? Qualora lo fosse mi consiglia qualche esame da privato o test? O una guardia medica?

Grazie ancora

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Se non ha sintomi importanti attenda con tranquillità di rapportarsi col suo medico. Se invece intervenissero sintomi allarmanti si rechi a pronto soccorso.