Utente 270XXX
Salve, oggi mentre ero in un negozio mi è preso un forte dolore al petto come un sasso che comprimeva, dolore al braccio destro e sudarella fredda, il dolore dopo 2 minuti si è attenuato e sono andato a casa in auto ma il dolore si è ripresentato e mi sono molto impaurito e ho chiamato il 118. Mi hanno fatto l'ecg, analisi del sangue e eco cuore. Mi hanno detto che non c'era nulla. E adesso sono a casa. Da circa 10 minuti si è presentato fastidio al pezzo, nella zona centrale. Adesso vi do delle info: ho 34 anni, non bevo alcolici, non fumo e la pressione sanguigna è in genere 130/140 la max e 70/80 la minima. In famiglia nessuno soffre di cuore. Sono però molto in sovrappeso e cioè 105 kg per 181 cm. Ho il colesterolo a 240, i trigliceridi sono ampiamente sotto il limite. Non faccio molto movimento. Questi dolori li ho riavuti altre volte da 4/5 anni a questa parte ma nessuno ha mai capito come mai. Ho fatto due anni fa l'eco cuore ed era ok. Ho fatto due anni fa e l'anno scorso l'ecg sotto sforzo ed era ok. Però quando si presenta questo dolore mi impaurisco molto perchè non so cosa può essere. Aggiungo che soffro di stati d'ansia. Potete aiutarmi ondarmi dei consigli. Se avete bisogno di altre info chiedete pure. Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il dolore precordiale in condizioni di riposo, così come mi sembra di aver capito si è verificato nel suo caso, può essere l'espressione di una grave patologia cardiaca coronarica o non avere alcuna relazione con il cuore. Ora nel suo caso non mi sembra, dai risultati delle indagini eseguite, che si possa pensare ad un problema cardiaco importante; è invece vero il contrario, cioè che con elevata probabilità, se non con quasi certezza, il cuore non gioca alcun ruolo nella genesi dei suoi disturbi. A volte può trattarsi di spasmo dell'esofago (nei soggetti ansiosi è frequente) o di un'ernia iale con reflusso gastroesofageo, che possono dar luogo a sintomi che simulano l'origine coronarica.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo dott. Rillo, la ringrazio per la risposta e le chiedo: per sapere se c'è un eventuale patologia cardiaca coronaria che esame devo fare per escludere la cosa? Adesso comunque prenderò un appuntamento per ECG sotto sforzo e poi vedrò di farmi visitare per altre patologie. Io qualche volta ho avuto reflusso gastrico ma ieri mattina assolutamente non ho sentito sintomi del genere. Poi, una delle cose da lei sopra elencate può portare anche dolore al braccio?
La ringrazio ancora
Buona giornata
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il primo esame da fare in caso di dubbia presenza di problemi coronarici è il test da sforzo, che però ha una sua validità solo se lo sforzo che viene eseguito è sufficientemente intenso per permettere una diagnosi e dato il suo forte sovrappeso potrebbe non essere in grado di eseguirlo. Su eventuali ulteriori indagini deve esprimersi un cardiologo in base ad una valutazione più approfondita e per questo le consiglio di sceglierne uno di fiducia e seguire le sue indicazioni.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Benchè abbia questo peso fino a 8-10 mesi fa facevo fino a 35/40 km in mountain bike 3-4 volte a settimana. Spero di riuscire a fare l'esame.
La ringrazio nuovamente e la saluto.