Utente 884XXX
Gent.ssmi Dottori,
minrivolgo a voi per essere indirizzata nel modo giusto
Mio marito da circa una settimana mi riferisce un forte calo sessuale.È passato dall'avere continuobdesieerio, alla mancanzacdi impulso.Al mattino avevacsemprecerezione, con me o nel vedere una bella donna...adesso l'erezione gli manca e mi dicr di non avre impulsi.
È molto preocupato e non sa cosa fare.

Non abbiamo problemi di coppia eabbiamo sempre vissuto bene il sesso.

aiutateci...grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,la Sua richiesta di aiuto dovrebbe essere condivisa dalla maggior parte delle coppie italiane,e non solo...Non può,né deve,essere una settimana a caratterizzare lo stato del benessere sessuale di una coppia convivente.E' evidente come,entrambi,siate a digiuno di cognizioni "tecniche" relative alla fisiologia della erezione che,anche per il futuro,mertiterebbe un approfondimento clinico.Ne parli con il medico di famiglia e consulti un esperto andrologo.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 884XXX

Iscritto dal 2008
Dr. Izzo la ringraziamo per la risposta, ma, pur non essendo medici ci siamo informati un pó sulla fisiologia dell'apparato riproduttivo e ed il suo funzionamento.
Peró deve pur comprendere che in questo momento abbiamo, anzi ha più lui che me, necessitá di rassicurazioni e non di lezioni di anatomia e fisiologia.
Credo che anche lei avrebbe delle preoccupazioni in questo caso, essendo uomo e venendo intaccata la sua virilitá.

Vorremmo capire se è il caso di attendere che passi questo periodo molto stressante sotto alcuni punti di vista,non coniugali, o è il caso di rivolgerci giá ad un esperto andrologo.

grazie
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...le rassicurazioni passano per una diagnosi sullo stato di benessere o meno della funzione erettile. Credo che non debba essere una settimana ad innescare questa esigenza che,nel vostro caso,credo sia figlia di un momento di ansia.Le ricordo che il nostro è un Forum medico e che,quindi,un rapporto confidenziale basato sulla banalizzazione del problema, senza chiarirlo,può essere deleterio e fuorviante.Cordialità.