Utente 261XXX
Salve,sono un ragazzo di 34 anni,,,nasco con valvola aortica bicuspide,,,dopo una pericardite ed una endocardite(con rmbolizzazioni spleniche renali e celebrali)mi sostituiscono la valvola con una biologica,,,,,fin qua tutto "bene",,,,il problema e' che dal 55percento di frazione di eiezione al momento della pericardite poi abbassatosi al momento Dell endocardite,,,,ora dopo la sostituzione e passata al 40per cento,,,,,,,,,in teoria prima stavo meglio,,,prima mi allenavo,,,,comunque la domanda e',,,,il mio cuore si riprenderà?e stata l infezione a danneggiare la mia fe?si riprenderà o no?,,,,la valvola e stata sostituita 9 mesi fa,,,,il ventricolo sx e moderatamente ingrossato,,,,,,,,(probabilmente da tempo)lo sconforto mi assale,nn mi alleno piu per paura di ischemie,e la morte cardiaca improvvisa e un pensiero costante,nessuno incredibilmente mi da risposte precise,ne se miglioro ne se rimango con un cuore debilitato a 34 anni,,,,,,,,ps nn prendo alcuna medicina,,,ho paura degli antiansiolitici,pero ho incominciato a bere quotidianamente almeno un litro e mezzo di vino al giorno(si ok fa malissimo ma nn e li il problema,,,,)concludendo,,,,sono disperato,,,vorrei solo delle conferme,,,sto vivendo in un limbo di paura ed incertezze,,,,ringrazio chiunque risponda,,,

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gent.le utente,
è alquanto difficile che nelle sue condizioni, se effettivamente presenta una bassa frazione d'eiezione, non sia stata prescritta una terapia farmacologica di sostegno. Non è il caso comuque di disperarsi nè tantomeno di pensare alla morte improvvisa, perchè se è vero che non le è stata prescritta alcuna terapia, è allora verosimile ritenere che lei sia a bassissimo o nullo rischio di tale fatalità.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 261XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la risposta,,,,,riuscirebbe ancora a dirmi cosa ne pensa della frazione di eiezione?se le infezioni mi hanno rovinato il cuore irreversibilmente?questa fraz eiez risalirà o no?,,,,,,,,,se ha il tempo di rispondere di nuovo la ringrazio ancora,,,,,,,
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
In assenza di dati clinici è impossibile...fare da "indovino"!!!
[#4] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
Gentile signore certamente la riduzione della funzione del ventricolo merita di essere maggiormente indagata e trattata dal suo cardiologo al quale deve rivolgersi. Infatti dopo l'intervento fatto in condizioni di urgenza per una infezione sulla valvola, inteoria si dovrebbe avere un miglioramento dei parametri invece che un deterioramento. Inoltre il fatto che abbia cominciato a bere alcolici (il vino è alcolico!) non aiuta sicuramente queta evoluzione del ventricolo.
Si rivolga al centro cardiologico di suo riferimento (l'Ospedale Maria Vittoria di Torino è specializzato in questo campo) e segua i loro consigli e terapie.

cordiali saluti