Utente 118XXX
Gentile Dottore,
volevo chiederle un informazione; fra più o meno 10 giorni,partirò per lavorare a Mumbai (India),per due mesi e mezzo.
Volevo chiederle se è necessario effettuare un'assicurazione sanitaria e se devo fare qualche vaccinazione particolarmente consigliata
Ho un lieve prolasso della valvola mitrale e un valore di bilirubina più elevato rispetto alla norma ( ma i dottori lo hanno diagnosticato come ittero dalla nascita)
Partire per l'India potrebbe nuocere alla mia salute?

La ringrazio per l'attenzione,
cordiali saluti
Adele
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

la situazione sanitaria è a rischio anche nelle maggiori città, a causa della scarsa igiene.
In agguato soprattutto le infezioni alimentari, tra cui anche il colera.
Non bere acqua di rubinetto, evitare verdure crude e frutta che non si possa sbucciare; evitare nel modo più assoluto i cubetti di ghiaccio.
Non fatevi ingannare dall'impatto estetico dei grandi alberghi; anche lì è facile ammalarsi di gastroenterite, se non si adottano le precauzioni.

Quando siete in giro, attenti a ciò che toccate con le mani, che vanno lavate molto spesso.

Non è richiesta alcuna vaccinazione obbligatoria, ma sono raccomandabili almeno quelle contro tifo, epatite A ed il richiamo antitetanico.

Per quanto riguarda la malaria e le febbre dengue, attenti alle zanzare; munirsi di efficaci repellenti e non tenere aperte finestre prive di zanzariere.
Non esistono vaccini per la febbre dengue (che è virale).
Per la malaria, la profilassi con farmaci è consigliata se si viaggia nelle regioni a rischio (quelle rurali), soprattutto nel periodo delle piogge.

L'assicurazione sanitaria, prima di partire, è assolutamente consigliata.

Per maggiori info sull'argomento:
http://www.viaggiaresicuri.it/?india

Buona giornata.