Utente 277XXX
Buongiorno sono Michele,
ho 31 anni e scrivo da Milano.
Vorrei sapere la vostra opinione riguardo alla mia situazione:
Sono un soggetto ex criptorchide, il testicolo dx è stato riposizionato chirurgicamente credo a 7 anni di età, testicolo che però non si è mai sviluppato completamente rimanendo ipotrofico (circa 50% del contro laterale).
Fino al 2006 non mi sono mai preoccupato della mia situazione fino a quando, scoperto un varicocele sinistro, sono stato operato.
Cominciando ad informarmi ho appreso che il testicolo destro ipotrofico e criptorchide è ad altissimo rischio di cancro, per contro capita la situazione ho iniziato un percorso per prevenire, quindi svolgo autopalpazione e ogni 9-10 mesi ecografia e spermiogramma.
Ultima ecografia, di qualche giorno fa, non evidenzia niente di patologico, se non un leggero varicocele/idrocele a carico del testicolo sano, no tumefazioni e lesioni focali, testicoli con dimensioni nella norma (anche se mi pare strano viste le dimensioni del testicolo destro).
Lo spermiogramma rivela un quadro al limite della fertilità, non è bellissimo….
Le domande:
1-In questa situazione il rischio di cancro è elevato?
2-Sono molto in ansia, secondo voi è il caso di asportare il testicolo?Non è ben funzionante come spermio genesi ma produce ormoni.
3-Con la prevenzione che faccio rischio? Dovrei fare qualcosa in più?

Grazie, Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

mi sembra stia entrando o meglio sia già entrato in un tunnel di ansie e paure inutili e non motivate.

Si ricordi sempre che il tumore testicolare nell'uomo fortunatamente non è molto frequente e quindi, anche se la probabilità di avere un tumore, quando si è criptorchidi, aumenta, questa probabilità è sempre bassa.

Continui con le sue manovre e opere di prevenzioni ma si agganci anche ad un bravo andrologo per monitorare, con la testa e senza inutili paure, la sua reale situazione clinica.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Ok grazie per la risposta cercherò di usicre da questo tunnel, in cui, è vero, sono entrato.
Approfitto della sua cortesia per rivolgerle ancora due domande.
Il motivo che mi ha spinto a eseguire l'ultima ecografia è che avevo la sensazione che il testicolo ritenuto e ipotrofico avesse perso ancora volume, la domanda è se questo può accadere o è solo mia sensazione.
In ultimo chiedo se per monitorare la situazione posso continuare ad affidarmi all'urologo che mi ha sempre seguito oppure è necessario un andrologo, sono ignorante in materia e non comprendo la differenza tra le due specialità.
Grazie e buon lavoro
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

la riduzione del volume di un testicolo, anche se criptorchide, non è un evento frequente e ha sempre alle spalle una storia clinica specifica che lei non sembra aver vissuto, almeno da quello che ci racconta.

Il suo urologo, che già conosce la sua particolare situazione clinica, va benissimo per monitorare nel tempo il suo testicolo.

Se desidera comunque avere più informazioni dettagliate e comprendere chi è un andrologo, le consiglio di consultare questo articolo pubblicato sul nostro sito:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/212-cos-andrologia-andrologo.html .

Cordiali saluti.