Utente 883XXX
Salve
Sono un ragazzo di 24 anni e soffro di Eiaculazione Precoce, mi sono reso conto di questa problematica fin dal mio primo rapporto sessuale perché mi accorgevo di non durare abbastanza ovvero non riuscivo ad avere un vero e proprio rapporto perché subito dopo la penetrazione eiaculavo, così ho iniziato a documentarmi su internet e ho capito che forse ero affetto da questa patologia che sembra essere molto diffusa.
Inizialmente però ignaro della situazione pensavo che forse era una cosa passeggera e che magari dipendeva dall'ansia della prima volta, insomma pensavo sarebbe stato un piccolo problema di passaggio però con il passare degli anni mi sono ricreduto perché dalla mia prima volta (19anni) a oggi questo problema non è scomparso, non è peggiorato ma neanche migliorato è a un punto fermo così come lo era anni fa...
Provo molte volte a cercare delle soluzioni sul web so che esiste anche un farmaco la Dapoxetina che aiuta ad allungare i tempi del rapporto però costa davvero tanto e non sempre si trovva.
Non so davvero cosa fare la cosa stà diventando imbarazzante al punto che molte volte evito anche di desiderare di avere un rapporto con la mia ragazza anche perché si vengono a creare delle situazioni di disagio perché non riesco in nessun modo ad avere rapporti non protetti cosa che infastidisce molto la mia ragazza, ma purtroppo non posso farci nulla perché per fronteggiare la cosa e renderla meno grave ricorro all'uso dei profilattici ritardanti anche se ti privano di qualsiasi sensazione perché contengono come ben sapete una sostante leggermente anestetizzante che ti impedisce di sentire qualsiasi cosa "piacere"...
Non so davvero da cosa possa dipendere questa cosa ho sentito parlare che le cause frequenti di solito sono due:
Psicologiche o Fisiche ovvero legate al pene.
Sinceramente non so se queste due teorie sia vere o false però non penso che la causa sia psicologica altrimenti anche usando il preservativo ritardante non avrei risolto nulla. Credo che forse sia dovuta ad una eccessiva sensibilità, così è da due giorni che ho deciso di portare il glande scoperto abbassando del tutto la pelle che lo ricopre, non so però se questa tecnica sia buona o meno anche perché la cosa è un po' fastidiosa sento dei pizzichi.
Vi ringrazio in anticipo e vi chiedo gentilmente di aiutarmi.
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
il riflesso eiaculatorio è un meccanismo acquisito durante i primi rapporti sessuali e dipende da numerose variabili: grado di ansia al momento del primo approccio sessuale, ipersensibilità del glande a volte associato a frenulo breve, paura di perdere l'erezione, frettolosità nel portare a termine il rapporto, luogo inadeguato, affiatamento con la partner ecc.
Meno frequenti alla sua età le infiammazioni/infezioni uro-genitali.
In queste sistuazioni è indispensabile evitare il "fai da te" o terapie scoperte su internet o ancor peggio acquistate via web, è invece necessario un consulto con esperto andrologo.
[#2] dopo  
Utente 883XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio, per i consigli so che prima o poi se voglio risolvere il problema devo fare una visita...
Per il fai da te non ci sono problemi sono molto diffidente nel provare i fari metodi che vengono spesso pubblicati sul web.
Escluderei anche l'inadeguato affiatamento anche perché mi è capitato anche con la mia ex....
Credo si dovuta a un ipersensibilità del glande solo che la cosa mi spaventa tantissimo perché so che il più delle volte si ricorre alla circoncisione e la cosa come già detto mi mette molta ansia...
Ci sono dei metodi per capire prima di un consulto da dove dipende veramente questa cosa??
E sopratutto è un problema che si può risolvere?

Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Contrariamente a quanto pense in caso di ipersensibilità del glande è controindicata la circoncisione. Il problema è possibile migliorarlo, la risoluzione completa è un pò più complessa.
[#4] dopo  
Utente 883XXX

Iscritto dal 2008
Quindi stò sbagliano a portare il glande scoperto?
In poche parole lei mi stà dicendo che la risoluzione del problema è impossibile...
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
1) Atteggiamento errato
2) Risoluzione difficile ma non impossibile specie a breve termine.