Utente 279XXX
Salve, il mio fratellino di 13 anni ha avuto un versamento pleurico circa 10 giorni fa,sono stati estratti circa 2 litri di liquido di colore giallognolo, abbastanza limpido con tracce di alcuni grumi sporchi di sangue, i medici hanno escluso (da analisi visiva) la causa batterica perchè il liquido è privo di pus.
Gli è stata fatta una tac dalla quale è emerso che un residuo di liquido pleurico si trova tra la pleura pariet e viscer, alla base del polmone sx; ancora non sono arrivate le analisi del liquido, non si sa la causa, e sta seguendo una terapia di antibiotici; lui ha una leggera tosse (ne ha avute di peggiori perchè ha anche sofferto di polmonite quando era più piccolo), ha subito 6 anni fa un intervento in laparoscopia per un difetto interventricolare ed ha un leggero difetto interatriale che non è stato toccato poichè non rilevante.
I medici hanno detto che se lui fosse in grado di soffiare in un palloncino o cannuccia potrebbe risolvere il suo problema, purtroppo non è in grado di farlo, nè parla e quindi non può dirci i suoi sintomi poichè affetto da autismo ed epilessia,che hanno notevolmente rallentato il suo sviluppo,oltre a trisomia 21. I dottori quindi trovano che l'unica soluzione sia quella di operarlo chirurgicamente e rimuovere questo residuo perchè il polmone sx quello maggiormente interessato non si è dilatato totalmente, e che dovrebbe espellere molto più liquido pleurico rispetto a quello che fuoriesce ogni giorno....
documentandomi , ho letto che le cause di un versamento pleurico possono essere molteplici e che è anche difficile identificare la causa; noi vorremmo ovviamente evitare un intervento chirurgico perchè con il suo debole stato di salute potrebbe risentirne davvero tantissimo.... perciò mi chiedo, non ci sono alternative ad un intervento chirurgico? se necessario intervenire chirurgicamente,è possibile farlo in broncoscopia o dovranno aprire il torace? sono seriamente preoccupata!
[#1] dopo  
Dr. Ottorino Perrone
24% attività
0% attualità
12% socialità
COSENZA (CS)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
Gentile Utente,
va analizzato dettagliatamente il quadro clinico/laboratoristico/radiologico. Dalle sue parole sembrerebbe trattarsi di un empiema pleurico per il quale vi è un margine e talvolta una necessità chirurgica. Va chiarita la diagnosi (esame colturale...auspicabilmente non visivo!!!, indici di flogosi, presenza di segni e sintomi riconducibili ad infezione..).L'empiema metapneumonico (a distanza da un episodio broncopolmonitico) richiede di frequente la bonifica chirurgica ma ogni caso va particolareggiato dagli elementi disponibili (e qui, ahimè...
[#2] dopo  
Utente 279XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio dottore, e mi sembra di aver capito che la cosa va trattata con molta cura ed attenzione, spero che i medici che lo stanno seguendo pongano molta attenzione a tutti i dettagli clinico/laboratoristici/radiologici....in caso contrario, può indicarmi degli ospedali specializzati nella cura di questo tipo di patologie?
la ringrazio
[#3] dopo  
Dr. Ottorino Perrone
24% attività
0% attualità
12% socialità
COSENZA (CS)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
Lei spera, io sono ragionevolmente fiducioso. Si discute di patologie comuni per le quali non può essere considerata un'eccellenza averne affrontato con "cura ed attenzione" i differenti risvolti. Ma giustifico (aprioristicamente) il suo atteggiamento in nome dell'affetto che si percepisce (anche) dalle sue parole..
Può considerarmi a sua disposizione..