Utente 272XXX
Buon giorno. Sono una donna di 40 anni, non fumatrice. Da quasi 2 mesi ho difficoltà a respirare e avverto dolore ai polmoni quando faccio un respiro più profondo. Il tutto è iniziato i primi di ottobre, sembrava un'influenza con i tipici dolori muscolari alle gambe ma fortissimi al punto di non poter nemmeno dormire. I dolori erano soprattutto in corrispondenza delle ascelle, tanto da andare al pronto soccorso (febbre a 39). Gli esami del sangue hanno evidenziato un abbassamento dei globuli bianchi, dei neutrofili e delle piastrine. Mi è stato detto che avevo in corso un infezione virale e che sarebbe stato del tutto inutile cercare di scoprire quale fosse il virus. Sono stata dimessa con la prescrizione di un antidolorifico all’ occorrenza. Dopo 15 giorni ho continuato ad avere febbre (37.0 - 37.2 mai di più), tosse e fiato corto. Il medico di famiglia mi ha dato l'Aliflus ma la situazione è peggiorata in quanto sono subentrati raucedine, gonfiore alla lingua, piaghe in bocca e occlusione nasale. Settimana scorsa ho ritirato le lastre al torace e l'esito dice: "Ili vascolari e lieve aumento della diafania nei campi respiratori. Basi polmonari libere. Cuore e aorta normali." Ancora oggi continuo a non stare bene, mi sveglio di notte col cuore che batte forte (105 – 120 battiti al minuto), mi manca il respiro e spesso sono sudata. Il medico mi ha detto di fare l'Holter e un ecocardiocolordoppler. Appuntamenti presi ma per Gennaio 2014!
Chiedo gentilmente un vostro parere e vi ringrazio in anticipo per l'aiuto. Grazie. Eris

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il reperto toracico non è indicativo di particolari patologie cardio-respiratorie, mentre la sudorazione notturna e la lieve tachicardia, se non dovuti a fatti ansiogeni potrebbero riguardare un malfunzionamento tiroideo. Ne parli con il curante, a distanza e senza poterla visitaere si fanno solo congetture generiche.
Saluti