Utente 279XXX
Salve

Io ho 18 anni. Comincio ad informarvi che prossimamente ma non so dove vorrei fare la mia prima visita dall'andrologo per via della mia fimosi che non credo sia serrata, ma che ho scoperto avere solo 2 - 3 mesi fa. Purtroppo quando si ha una famiglia che non ti aiuta in queste cose, non si ha un padre vicino e pochi amici, e soprattutto senza mai avuto rapporti sessuali succede anche questo al giorno d'oggi.

sono stato per molto tempo indeciso sul da farsi, cercando proprio su internet e sul vostro sito, alla fine ne ho parlato con i miei ed ho scoperto che l'operazione in se non è molto complicata
Ma Passiamo avanti per spiegarvi qual'è il mio problema e la mia più grande preoccupazione.

Vi spiego con cura questa cosa, magari capite meglio, 1-2 settimane fa usando del lubrificante ed un altro oggetto masturbante, durante la masturbazione, sono riuscito a "scappellare" il mio pene con mia sorpresa, ma in quel momento non ero ancora lucido, scusate i termini non proprio ortodossi.

Ma poco dopo anche pene non eretto, sempre grazie al lubrificante, sono riuscito a far svoltare la pelle dietro al glande, e ho visto dello smegma, di corsa mi sono lavato e si è tolta, ed ecco che arriviamo al problema, poco dopo sento una brutta puzza e mi accorgo che il pene, sul glande, è viola scuro, di un colore diverso, ed altre imperfezioni quasi verdi direi...era la prima volta che vedevo il mio pene così, e mi ha suscitato molta paura questa situazione, da allora non ho avuto il coraggio di guardare lì, ho pensato che questo possa essere dovuto al fatto che non mi sono mai potuto lavare bene all'interno, per via della fimosi.
Non riesco ad andare più a fondo, perché mi fa male, in questa zona del glande provo un fastidio e prurito....questa cosa mi ha impressionato moltissimo e nell'attesa di andare dall'andrologo, vorrei non dico una diagnosi perché non può essere fatta senza visita, ma almeno uno spunto su cosa potrebbe essere, per avere le idee più chiare, vi prego di aiutarmi a capire, grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,aldilà del non compreso ricorso ad una tecnoca masturbatoria non ortodossa,certamente non consigliabile,credo che,senza giri di parole,la fimosi vada al più presto inquadrata da un esperto andrologo e,quindi risolta.La presenza di smegma e la relativa balanite,rientra nella sintomatologia della malformazione in oggetto.Non tenti di scappellare forzatamente,in qunto protrebbe andare incontro ad una parafimosi,non sempre riducibile manualmente,provocata dallo strozzamento sub glandulare ad opera del
dele prepuzio retratto.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 279XXX

Iscritto dal 2012
Si, ho letto che non bisogna forzare nello scappellamento quando si ha la fimosi, infatti da allora non l'ho fatto più.

La ringrazio molto.

Un'ultima cosa,questa balanite, come si cura e quanto tempo ci vuole per curarla ?

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

in presenza di una sospetta balanite, purtroppo senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capirne la causa e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, consultare o riconsultare in diretta un esperto andrologo.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
www.andrologiamedica.org
[#4] dopo  
Utente 279XXX

Iscritto dal 2012
ho fatto la visita e il dottore mi ha dato balanil come detergente e pevisone come crema per curare la balanite per 15 giorni

con mia sopresa mi ha detto che non ho la fimosi, ma gli ho detto che a pene eretto provo difficoltà, lui mi ha detto di provare, per evitare la circoncisione, ma non è stato molto chiaro.
non so se forzare oppure no.
voi cosa mi consigliate?

concludendo vorrei porre questa domanda, lui mi ha detto che non ho la fimosi, dunque è escluso che io possa andare in parafimosi?
grazie mille spero di avere una risposta.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

l'assenza di una fimosi non esclude la presenza di un anello parafimotico, soprattutto se riferisce che in erezione ha difficoltà a scoprire il glande.

Detto questo poi segua comunque le indicazioni ricevute e poi risenta in diretta sempre il suo andrologo.

Cordiali saluti.