Utente 866XXX
Buonasera dottore da circa un mese soffro di battiti lenti, sintomo di confusione x pochi secondi, e poi una sensazione di calore in testa, scopro di avere extrasistole, metto holter che mi conferma il tutto, assumo beta bloccante. Da una visita cardiologica mi dicono che sono aritmica perché ho tachicardia bradicardia e extrasistole. Mi segnano da fare 3 cose in questo ordine: prova da sforzo, risonanza magnetica al cuore e infine coronografia.
Da premettere che ho una paura matta degli ospedali, dopo vari convincimenti faccio prova da sforzo senza betabloccanti da 3giorni;risultato negativo. Ora mi dicono di fare coronografia? Perché mai se la prova e' andata bene e io con il betabloccanti sto bene? Mi hanno detto che vogliono sapere se e ' patologica o genetica. Ho perso i genitori che ero piccola x cui non so, ma grazie a dio io mi sento bene, ho avuto solo quegli episodi tipo di mancamento, mi hanno parlato di pre sincope ma io vorrei fermarmi solo sulla prova da sforzo. Le ricordo che prendo anti depressivi, soffro di tiroide e ho colesterolo un po' alto. C e' qualche altra soluzione? La prego mi dica di si

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
francamente la sua storia clinica, per come riportata è di difficile interpretazione, visto che la coronarografia trova indicazione in caso di sospetta cardiopatia ischemica e non di certo per l'extrasistolia. Per lo studio della sincope è previsto il tilt test e semmai uno studio elettrofisiologico, utile pertanto una consulenza cardiologica di indirizzo aritmologico.
Saluti