Utente 640XXX
Salve, frequento una ragazza di 22 anni, a cui circa 4 anni fa è stata diagnosticata l'impetigine! Ha curato questa infezione con antibiotici, ma le sono rimasti sul viso, sulle spalle e, in modo più vistoso sulle gambe, i segni provocati dal virus! Ha cambiato molti dermatologi, in quanto le creme da loro consigliati, per regredire le croste, erano inefficaci, e causandole, per giunta, un indurimento e ingrossamento di queste! Ora ha paura di qualsiasi altra terapia che assorba le sue bolle, in quanto non ha assolutamente voglia di peggiorare oltremodo le cose! Vorrei sapere se io corro il rischio di essere contagiato, anche a distanza di 4 anni, con tutte le cure che ha fatto, anche se, ripeto, non le hanno risolto gli effetti causati dall'impetigine!
Grazie, cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente, innanzitutto, per chiarezza, l'impetigine è una dermatosi ad eziologia batterica e non virale.Dalla sua descrizione non si capisce bene se attualmente siano presenti esiti del tipo croste o ci siano lesioni attive come le bolle oppure entrambi.Il mio consiglio è quello di produrre una nuova visita Dermatologica per chiarire meglio la dermatosi della sua ragazza per poter escludere, anche, altre dermatosi di origine bollosa.Se invece non vi sono lesioni attive ma esiti(.., anche a distanza di 4 anni, con tutte le cure che ha fatto, anche se, ripeto, non le hanno risolto gli effetti causati dall'impetigine!),sarebbe meglio chiarisca il tipo(se di esiti si tratta dopo quattro anni non sussistono problemi di contagio)e che cosa ha avuto(una varicella impetiginizzata?sono rimaste ora lesioni di tipo anetodermico?).
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

forse avete fatto un pò di confusione:

Deve sapere che una patologia "batterica" e non "virale" come l'impetigo o impetigine non può avere dei reliquati a distanza di 4 anni, avendo come caratteristica post-infettiva, la "restitutio ad integrum" ovvero la risoluzione completa dei segni e sintomi.

pertanto, vi invito a produrre la visita dermatologica per chiarire di cosa si sta parlando ed evidenziare le cause (sicuramente dissimili) che conducono al quadro che avete descritto.

cari saluti

[#3] dopo  
Utente 640XXX

Iscritto dal 2008
Cari Dr. Alessandro Benini e Luigi Laino, grazie per le vostre risposte! Parlando con la mia ragazza, lo scenario è in effetti diverso da ciò che credevo: il suo problema è iniziato 4 anni fa con un'infezione batterica (l'impetigine), che ha curato seguendo la terapia del suo dermatologo! Si sono aggiunte a questa infezione, a suo dire, altre complicazioni di natura non conosciuta che le hanno causato la comparsa di "bolle" ...anche se alcune assomogliano più a delle piccole croste (a forma di cratere poco in rilievo) e altre, specie sulle gambe, sono delle macchie!...insomma cambiando vari dermatologi le diagnosi erano ognuna diversa dall'altra, con le cure più disparate: assunzione della pillola, pomata contro il pelo incarnito, altro tipo di creme che le ha procurato un ingrossamento delle lesioni...c'è addirittura chi voleva convincerla a fare una visita psicologica!! Lei sembra aver perso completamente le speranze dicendo che tanto le sue macchie non andranno più via e ogni mio tentativo ad esortarla a risolvere a tutti i costi il suo problema, risulta vano: ha paura di peggiorare la situazione! Le volte che abbiamo sostenuto questo discorso, lei ne soffriva molto, e mi sembra di farle un torto riaffrontarlo ancora! Ma non vorrei che l'adottare questa sensibilità mi esponga ad un qualsiasi pericolo legato alla salute della mia pelle, dato che sono sempre a contatto con lei! La frequento ormai da 2 mesi, e fino ad ora non ho avuto strane comparse sulla mia pelle! Ho notato che a casa condivide tranquillamente gli asciugamani con la famiglia e nessuno/a dei suoi amici/amiche ha avuto qualche problema al livello cutaneo! Ora a fronte di tutto ciò, ho dato elementi sufficienti per poter escludere un qualsiasi tipo di contagio? Mi scuso eventualmente per la banalità della domanda!
Distinti Saluti.
[#4] dopo  
Utente 640XXX

Iscritto dal 2008
...voglio aggiungere un'altra cosa: La mia ragazza in tutta la sua vita non ha mai mangiato né frutta, né verdura (tranne qualche minestrone), né ortaggi, semplicemente perchè non le piacciono nella maniera più assoluta! Mi chiedo quali conseguenze abbia sulla sua salute, un simile comportamento alimentare!
Cordiali Saluti.
[#5] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente, purtroppo non riferendoci le presunte diagnosi fatte dai Dermatologi,non avendo noi visione diretta di ciò che ha la sua ragazza, è impossibile darle delle risposte.Mi sentirei comunque di escluderle la probabilità di un contagio e la connessione della dermatosi con il regime dietetico della sua ragazza che però per altri motivi, sempre rigurdanti la salute in generale, deve essere vario e non focalizzato su alcuni alimenti escludendone degli altri.
Cari saluti
[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La tipologia di alimentazione nulla c'entra con tale situazione; stia pure tranquillo in tal senso.

cari saluti