Utente 284XXX
Gentili medici,

grazie per il vostro servizio online. Vorrei porvi questo quesito:
io e la mia compagna allo scopo di avere un figlio abbiamo avuto rapporti non protetti per circa un anno, con una frequenza di 3 o 4 rapporti settimanali, senza ottenere alcun risultato.

A quel punto mi sono rivolto a un urologo, anche per via di un varicocele di II grado che io sospettavo di avere e che poi mi è stato diagnosticato.

Mi è stato consigliato di fare uno spermiogramma di cui riporterò qui i risultati

Astinenza: 4 gg
raccolta: completa

Esame batteriologico (tutti i parametri nella norma)

Parametri fisici e chimici
volume 3,0 ml (>2,0)
ph 9 * (7,2 - 8)
aspetto, colore, coagulo, viscosità: nella norma
liquefazione: completa

Valutaz. quantitativa (Makler)

concentrazione spermatozoi: 27,50 10^6/ml (>20,00)
Numero totale spermatozoi: 82,50 10^6 (>40,00)

Valutaz. qualitativa motilità nemespermatica

rettilinea veloce: * 20,0 % (>25,0%)
rettilinea lenta: 14,5 %
rettilinea veloce + lenta: * 34,5 % (>50,0)
non rettilinea: 25,5 %
immobili: 40 %

Esame microscopico
Leucociti, Emazie, Cellule, agglutinati batteri, cristalli, protozoi, altro: tutti assenti

Vitalità (test eosina)
Spermatozoi vivi: 74 % (>50)

Spermiocitogramma
Spermatozoi morfol. normali: 30,0 % (>30,0)
spermatozoi morfol. anormali: 70,0 %
anomalie della testa
forme allungate: 0%
forme amorfe: 8%
forme piriformi: 0%
forme vacuolate: 4%
forme macrocefale: 0%
forme microcefale: 0%
forme a doppie teste: 2%

anomalie del collo e del tratto intermedio
forme angolate: 24,0 %
forme colletto irregolare: 32,0 %
forme aflagellate: 0%

anomalie del flagello: 0%

flagelli isolati: 0%
___________

Da questi parametri e secondo il medico che mi ha fino ad ora fornito una spiegazione ancora sbrigativa (avrò un appuntamento verso la metà di gennaio) pare che vi sia una "astenospermia" ovvero una anomalia nella mobilità degli spermatozoi.

Vi sarei molto grato se mi fornirete per prima cosa una valutazione d'insieme, cercando se possibile di farmi capire quanto le anomalie presenti sul mio esame potrebbero essere potenzialmente decisive per una mia eventuale sterilità.
Ovviamente l'esperienza che avete con molti pazienti vi permette di aver un quadro ben preciso ed esteso della situazione e ciò che vorrei capire io, da profano, è se la mia situazione sembra particolarmente compromessa oppure se non troppo distante dalla norma (per quanto ciò possa essere importante in un settore della medicina come questo, che mi pare di capire, ancora presenta aspetti aleatori, anche perché si ha a che fare con la nascita di nuove vite, non con ossa rotte, organi compromessi etc etc.)

vi ringrazino anticipatamente per le vostre risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

premesso che per valutare il potenziale di fertilità di una coppia serve sapere anche la situazione clinica della partner,inoltre è fondamentale una visita andrologica per valutare se esistono patologie che possono interferire sulla sua fertilità come appunto il varicocele. Fatte queste premesse lo specialista valuterà se intervenire sul varicocele visto che il suo esame seminale è normale secondo i criteri WHO 2010.

Un cordiale salute
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Maretti, che mi ha preceduto, se desidera poi avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia, può leggere anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl’indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1446-antiossidanti-radicali-liberi-fertilita-maschile.html .

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

l'esame del liquido seminale effettuato mostra delle alterazioni del numero e della motilità degli spermatozoi che potrebbero impedirle una fecondazione.
Quando uno spermiogramma presenta valori patologici consiglio sempre di ripetere l'esame, meglio nello stesso laboratorio,(associandolo ad una spermiocoltura) per verificare se le alterazioni vengano confermate o smentite.
Una visita andrologica comunque diventa opportuna per cercare di capire i motivi di tali alterazioni.
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
se la medicina è basata sull'evidenza il numero e la motilità dei suoi spermatozoi sono nella norma come indicato dai criteri WHO 2010 (Organismo Mondiale Sanità).

Ancora cordialità
[#5] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Egregi dottori,
Grazie per le vostre risposte, che unite ai testi da voi indicati mi hanno fornito una maggiore chiarezza.

Premesso che rifarò a breve l'analisi come credo mi consiglierà anche il mio specialista che incontrerò a metà del mese, un dato che ancora mi sfugge, perché non è che se ne parli granché, è quello del PH, che nel mio caso, essendo a 9, risulta eccessivamente basico.

Mi chiedevo da che tipo di condizione patologica o alterazione ciò possa dipendere. Ma nello stesso tempo, anche l'importanza di questo dato: istintivamente sarei portato a dire che se l'acidità del liquido seminale non è quella giusta, in eccesso o in difetto, ciò potrebbe comportare danni agli spermatozoi, ma le mie sono supposizioni.

Potreste per favore fornirmi qualche delucidazione sul dato relativo al PH, che non è trattato nei testi da voi segnalati o in altre risposte.

cordiali saluti


[#6] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Certo, mi ero accorto del ph basico (un po' troppo) infatti dovrebbe stare tra i 7,5 e 8,0 ma poiché tutti gli altri dati macroscopici sono nella norma, non lo ritengo per ora un dato anomalo in quanto può dipendere da un errore, dall'alimentazione, dall’uso di farmaci ecc. , quindi aspettiamo i risultati del nuovo esame.

Ancora cordialità