Utente 286XXX
Buongiorno,
mi è stato tolto un molare inferiore destro a maggio scorso. A settembre mi è stato messo un impianto e a dicembre è stato montato il ‘dente’.
Quest’ultima fase non è andata subito a buon fine, per una difficoltà incontrata dal dentista nel posizionamento del dente. Dopo due successivi tentativi ed incontri questo è andato a buon fine, ma solo dopo aver dovuto recidere parte della gengiva che nel frattempo era ricresciuta. Ovviamente è stata effettuata un’anestesia, e devo dire che ho percepito più fastidio del solito quando è stata effettuata l’iniezione nella parte interna dell’arcata dentale inferiore, sotto il dente. Le anestesie, in effetti, si sono ripetute in rapida sequenza nell’ultimo periodo nel tentativo di ben posizionare il dente.
A seguito del posizionamento definitivo del dente è comparso un dolore continuo, che non si era mai presentato fino a quel momento.
Il dolore è di modesta entità ma diffuso, vago e persistente, anche se lo percepisco con modalità diverse.
In alcuni momenti arriva alla punta del mento, in altri è localizzato sulla parte posteriore della gota credo nella ‘muscolatura’ che unisce mascella e mandibola, in altri ancora è più forte nella parte inferiore destra della mandibola credo vicino le ghiandole salivari, e, quasi costantemente, è avvertibile lungo tutta la parte esterna destra della mandibola. Il senso di malessere arriva a coinvolgere anche tutta la gota fino all’occhio e sopra il sopracciglio destro. Sento indolenzito anche il collo.
Non mi sembra ci siano fattori scatenanti di questo malessere. Anzi, la situazione in parte sembra migliorare qualora io mastichi qualcosa.
Mi è stato consigliato di fare un ecografia del capo e del collo, che ho fatto e che non ha evidenziato nulla.
Mi è stata fatta anche un’ortopanoramica dalla quale sembrerebbe tutto a posto.
Le varie lastre fatte all’impianto risulterebbero anch’esse regolari.
Mi è stato suggerito di aspettare per vedere come va, ma io non sto bene e non vorrei continuare in questa condizione. Può suggerirmi qualcosa?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Oltre all'impianto è opportuno controllare che l'elemento dentario (la corona protesica) che è stato inserito nella sua bocca non abbia turbato l'equilibrio occlusale e non abbia avuto conseguenze negative sull'ATM o sui muscoli masticatori.
Si faccia visitare da un dentista che si occupa di gnatologia.

Cordialità
[#2] dopo  
Dr. Paolo De Carli
28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Gentile Paziente,

devo continuare a rilevare una disdicevole abitudine, da parte sua e anche da parte di altri utenti, a riformulare la stessa domanda su più portali alla spasmodica ricerca di nuove e sempre maggiori risposte ai propri problemi clinici.

Forse è un comportamento legittimo ma sicuramente antipatico e anche molto irrispettoso per i colleghi che le hanno già fornito risposte.

Non è che avendo due o tre pareri in più lei potrà chiarire meglio il problema, come fosse al supermercato dove cerca l'offerta più bassa o quella che la soddisfa di più... anzi più campane sente e più aumenta la sua confusione!

Si rivolga ad un bravo specialista e si fidi di lui, così tutti i suoi dubbi verranno chiariti e lei non dovrà cercare su un blog le risposte!

Per amore di precisione la sua domanda copia-incolla e stata formulata sul portale dentisti-italia oggi.
[#3] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dottore,

credevo i forum servissero proprio a questo: a raccogliere informazioni e risposte che qualcun altro non ha saputo, o potuto, dare.

Ho dolore a seguito di un intervento odontoiatrico ormai da settimane e ieri mi sono decisa per la prima volta a percorrere questa strada, sperando in qualche miglioramento.

Non avendo un'idea precisa sul chi contattare, ho provato su vari portali.

E devo dire che più di un consiglio mi è stato di una qualche utilità/conforto.

Magari anche un parere basato sulla Sua esperienza mi sarebbe stato utile, sicuramente più di questa Sua risentita dichiarazione.

Sinceramente non comprendo il perchè tale mio comportamento Le sia risultato antipatico e/o irrispettoso. Non era nelle mie intenzioni esserlo: unica mia speranza era quella di trovare qualche spunto per poter risolvere il mio problema, visto che anche lo specialista che ha effettuato l'intervento per ora ha alzato le mani e mi ha chiesto solo di aspettare.

Saluti
[#4] dopo  
Dr. Paolo De Carli
28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Come le ho già detto, sentire molteplici pareri non fa altro che aumentare la confusione e non le permette di acquisire la cosa più importante: la FIDUCIA nel suo medico che è la base di qualunque trattamento terapeutico di successo.
Ed è quello, purtroppo, che manca nel suo caso.
[#5] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
Niente affatto: il mio medico di fiducia mi ha detto che non sapeva più cosa consigliarmi.
Per questo sto cercando di capire se qualcuno ha già vissuto qualcosa di simile e come eventualmente ha risolto.
E le ripeto che i pareri che alcuni medici hanno gentilmente voluto darmi finora sono stati utili e, comunque, di grande conforto per me.
Saluti.
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile utente, analizzo la sua probematica sulla base delle sue parole, l'unica cosa di cui possiamo disporre on-line.



"difficoltà incontrata dal dentista nel posizionamento del dente. Dopo due successivi tentativi ed incontri questo è andato a buon fine, ma solo dopo aver dovuto recidere parte della gengiva che nel frattempo era ricresciuta."

Se la gengiva ricresce a coprire la vitina di guarigione, il rimedio è estremamente semplice: si mette una vitina più lunga.
Forse l'implantologo non l'aveva.
Succede anche a me a volte di non avere la vitina di dimensioni adeguate.
Recidere parte della gengiva ricresciuta è una stupidaggine che ritarda di 5 minuti il posizionamento del dente.
Sempre che l'implantologo sappia cosa deve fare.




"A seguito del posizionamento definitivo del dente è comparso un dolore continuo, che non si era mai presentato fino a quel momento.
Il dolore è di modesta entità ma diffuso, vago e persistente,"

C'è qualcosa che non va.
Ma dai dati di dui dispongo non posso azzardare nessuna ipotesi.




"Mi è stato consigliato di fare un ecografia del capo e del collo, che ho fatto e che non ha evidenziato nulla."

Logico.
L'ecografia NON SERVE a nulla in questo caso.
Perchè è stata chiesta?
Non lo so.
Riesco ad azzardare tre sole possibilità: c'era qualcosa di sospetto, oppure l'implantologo non capisce una mazza, oppure è un tal luminare che sta conducendo ricerche personali sull'utilità dell'ecografia in campo implantare, che probabilmente verranno pubblicate in anteprima mondiale a breve.




"Le varie lastre fatte all’impianto risulterebbero anch’esse regolari."

Spesso una radiografianon mette in luce problemi di incompleta osteointegrazione.



"Mi è stato suggerito di aspettare per vedere come va"

Accetterei un suggerimento di questo tipo da uno studente (che comunque boccerei all'esame per questa risposta) o da un neolaureato (e nulla gli toglierebbe comunque un cazziatone).
Peggiorerà, inevitabilmente.


Ipotesi:
1)
Problema gnatologico (dente troppo alto, per dirla in termini semplici).
2)
Incompleta osteointegrazione dell'impianto.
3)
Problema gengivale, per lo più dovuta a scarsa precisione della pretesi nel punto di passaggio della gengiva
4)
Lei non ha niente, e ci sta raccontando delle frottole.

Come avrà capito, mi piace sempre scherzare un pò e tentare di sdrammatizzare.

Il suo dentista ha alzato le mani: non può più sparargli!
Però può sempre cambiarlo...

Ne scelga uno in gamba, però...