Utente 283XXX
Mi trovo di fronte a questo dubbio. So che la ileo-pouch-ano-anastomosi dà migliori risultati a livello di soddisfazione del paziente, e che nel 95% dei casi i pazienti sono felici.

Però, so anche che ci sono dei casi in cui la pouch non può essere confezionata, perché il mesentere non può raggiungere l'ano (o meglio gli ultimi 2 cm di retto).

La ileo-retto comporta dover tenere un retto malato con tutti i rischi conseguenti, ma il retto può essere trattato da farmaci locali che magari possono permettere di tenere l'infiammazione sotto controllo (anche se nel mio caso sono 13 anni che è incessantemente infiammato);

premesso che io ho subito la colectomia e che al momento ho ancora il moncone rettale (10 cm) e quindi posso optare per entrambe le cose, mi fa parecchia paura l'idea di farmi fare la pouch, perché poi, potrei risvegliarmi dopo l'operazione con il chirurgo che mi dà la brutta notizia che dovrò avere una ileostomia definitiva perché la pouch non poteva raggiungere l'ano.

Sto sopravvalutando questo rischio?
Ho sentito parlare raramente della ileo-retto anastomosi per colite ulcerosa, ma non pensate che alla mia età, 31 anni, forse sarebbe più prudente tenermi il retto anziché rischiare di fare la pouch, che magari poi fallirà per altri motivi (non tutte le pouch funzionano) e continuare a curarlo?

Aggiungo però che sono state trovate delle displasie di BASSO grado nel colon (ora rimosso), e che il retto aveva un anno fa degli pseudopolipi infiammatori e una substenosi (insomma non è messo molto bene);

insomma, a me l'idea di fare la pouch alletta, come ovvio che sia visti i risultati funzionali che consente, però il timore di dover risvegliarmi con un risultato negativo e ileostomia definitiva mi allarma troppo.

Inoltre, visto che avevo una displasia di basso grado nel colon, nel caso optassi per la ileo-pouch-ano, sarebbe indicata una mucosectomia? e se evitata, quest'ultima sarebbe fattibile, in un secondo momento, nel caso si trovasse una displasia di alto grado negli ultimi 2 cm malati di retto rimasto?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Credo che tutte queste domande debba rivolgerle al Centro dove è seguito perchè in questa sede non è possibile esprimere un giudizio non conoscendo approfonditamente il suo caso che appare complesso. Innanzitutto non ci dice se è già portatore di una ileo-retto ( così pare di capire se afferma di aver subito una colectomia). In linea di massima la ileo-pouch è certamente più radicale e potrebbe portare vantaggi indubbi. Il moncone rettale molto spesso è di difficile gestione in quanto come sa frequentemente è interessato dalla patologia. Ciò detto credo che la cosa più corretta sia di discutere delle varie opzioni (ileostomia definitiva compresa) con gli specialisti che seguono il suo caso.
[#2] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Attualmente ho un'ileostomia terminale.
Comunque chiedevo qui perché mancano ancora tante settimane prima della visita chirurgica e quindi avevo queste curiosità, ovviamente il parere finale sarà quello del chirurgo a cui mi sono rivolto e su cui nutro tanta fiducia.
Soprattutto in merito ai rischi immediati di ileostomia se decidessi di fare (come probabile) la IPAA, diciamo che la mia curiosità era prevalentemente quella, si può decidere mentre si opera se è possibile procedere con l'IPAA, altrimenti in caso di complicazioni fare la IRA?
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,vorrei soddisfare la sua curiosità in quanto l'argomento e' stimolante ma delicato in quanto si tratta di una patologia seria che richiede soluzioni tecniche ben valutate ed accurate.Pertanto senza intromissioni,e' giusto che ogni decisione in merito la prenda con serenità insieme al chirurgo di fiducia senza alcun tipo di condizionamento(soprattutto a distanza).
Le formulo i migliori auguri perché possa risolvere al meglio.
Cordiali saluti