Utente 630XXX
Mi trovavo fuori per lavoro, quando ho accusato i sintomi di una probabile cistite, bruciore, minzioni frequenti, iritazione prepuzio e scroto. in un consulto telefonico con il mio medico mi viene consigliato monuril 2 gg, senza alcun risultato poi sempre per telefono zitromax 1gr. e ciproxin 500mg x 2 x 12gg, tre giorni di tregua e ora i sintomi ricominciano. torno e faccio una visita da un urologo con test ecografi e flussometria, mi prescrive alcune analisi e una cistografia e pur avendo dichiarato un ropporto a rischio circa due mesi fa mi esclude a priori qualsiasi malattia venerea.
I sintomi menzionali sono passati ma rimane una lieve balanite e un leggero bruciore della pelle dello scroto attribuita ai farmaci
Continua ad esclude qualcosa di venereo i test sierologici e delle urine sono:

uricemia 8.3 ( unico valore fuori norma)
ves 2

urine
colore giallo chiaro
aspetto limpido
sedimento spontaneo assente
reazione acida
densità 1010
albumina assente
glucosio assente
emoglobina traccie lievi
pigmenti biliari assente
acetone assente
emazia rare
leucociti rari
cellule epiteliali rare
esame culturale negativo
fatte dopo 7gg dalla cura antibiotica
continuo a seguire il mio urologo o lo scavalco consultando un venerologo?
Vorrei fare comunque tutti i test, è possibile in maniera anonima?
[#1] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
SARTEANO (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

i sintomi che riferisce potrebbero essere collegati all'antibiotico terapia, importante, che ha seguito, comunque è un suo diretto e non uno "scavallare" sentire il parere di un altro medico, in questo caso un venereologo se il medico che attualmente l'ha in cura non è riuscito a tranquillizarla.
Sicuramente l'urologo ha le sue ragioni, ma ritengo che anche nel pieno della sicurezza se un pz. non si sente tranquillo bisogna comunque rassicurarlo prescrivendo a volte analisi a nostro parere non utili, soprattutto quando riferisce comportamenti a rischio.
Per quanto riguarda la seconda domanda, non è possibile fare le analisi anonimamente, eventualmente può bypassare il medico curante ed eseguirle privatamente presso un laboratorio analisi non convenzionato.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
16% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Gentile Utente, per risolvere il suo problema utile visita Venereologica con tamponi per miceti e batteri, naturalmente non sotto terapie per os o locali, poichè rischia d'invalidare gli accertamenti.
Cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Utilissimo produrre la visita Venereologica, a prescindere dalle analisi (chbe vanno contestualizzate e mai estrapolate come dati a sé)

La produca con fiducia e ci tenga aggiornati

cari saluti