Utente 290XXX
salve, sono una ragazza di 28 anni, una settimana fa mi hanno operata in III chirurgia con un intervento di laparoscopia per un'ernia epigastrica di circa 3 cm, che fuoriusciva da un buchetto di circa 0.5cm sulla linea alba tra gli addominali. L'intervento è andato bene anche se al posto dei 3 buchetti previsti, hanno dovuto farmene ben 6, in quanto l'ernia era incarcerata. Anestesia totale e al risveglio dai dolori non riuscivo a piegarmi sul letto, così sono rimasta 24ore immobile tra antidolorifici e flebo. Al primo tentativo di rialzarmi la mattina dopo (che volevano mandarmi a casa....) ho avuto un episodio lipotimico anche se la pressione era apposto, così mi hanno tentuta lì un giorno in più e fatto una flebo x rialzare la pressione. La mattina dopo la pressione era a 160/100, altra flebo x abbassarla e poi mi hanno spedita a casa. Detto questo, dopo una settimana sono finalmente riuscita ad andare in bagno, tra clisteri e cucchiai d'olio..ero tutta bloccata sia da questo motivo che dai dolori dell'operazione. Ho letto che il gonfiore può essere normale, ma dura anche più di una settimana? posso prendere oltre ai lassativi, del carbone vegetale x limitarlo? X i dolori i primi giorni prendevo 3 tachipirine al giorno da 1000, ma sentendo un pò di nausea ho preferito sospenderle ieri, e infatti oggi sono ancora tutta dolorante, soprattutto nei fianchi e sotto le costole..oltre alla zona dell'ernia.. non mi spiego tanto i dolori a respirare, sotto le costole....?! per quanto tempo poi, dovrei rimanere ferma dallo sport (kickboxing)? grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, il gonfiore è normale perchè viene apposta una protesi per coprire la breccia che l'ernia ha creato, il dolore è soggettivo fondamentalmente, ma se dovesse persistere così intenso come lo riferisce, informi il suo chirurgo di fiducia. Di solito se non ci sono complicazioni circa 40 giorni sono un periodo mediamente sufficiente per riprendere l'attività sportiva, ovviamente con le opportune cautele per lo sport specifico che pratica.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
la ringrazio della risposta, volevo sapere anche un'altra cosa se possibile: quante possibilità ci sono che l'ernia si riformi??? perchè ora che la pancia è un pò meno gonfia, mi sembra di sentirla ancora!!! com'è possibile se sono appena stata operata??
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, questa sensazione in laparoscopia esiste, ma in realtà e la cavità lasciata nel sottocute dall'ernia ridotta in cavità peritoneale per via endoperitoneale. Se dovesse persiste questa sensazione ed ha qualche perplessità su ciò che le dice il chirurgo, a distanza di un mese faccia pure un'ecografia per dissipare i suoi dubbi.
Saluti.